GLOSSARIO

A B C D E F G H I L M N O P R S T U V X Z

A

ACANTOCISTIDII -cistidio spinoso.

ACANTOIFIDI -ifidi con forma di bottiglia-spazzola o meglio con diverticoli (dal greco àkanthos = fiore spinoso).

ACERVULARI - conidioma a forma di piattino (immerso nel tessuto ospite) in cui l'imenio di cellule conidiogene si sviluppa sul pavimento della cavità originando da uno stroma parenchimatoso sotto un tegumento di tessuto ospite con rotture a maturità.

ACIANOFILO - non cianofilo.

ACICOLO - crescente tra gli aghi caduti di conifere.

ACICULARE - a forma di ago.

ACIDOFILO - corpo fruttifero (fungo) che cresce su terreno acido o siliceo.

ACIDO ACETICO (CH3COOH) - in soluzione acquosa per metacromasia.

ACIDO CLORIDRICO (HCl) - con fucsina fenolica per lo studio delle incrostazioni nelle ife di certe Russula.

ACIDO SOLFORICO (H2SO4) - usato sopratutto per la preparazione di reattivi solfoaldeidici.

ACRE - di sapore irritante, quasi caustico, bruciante, piccante, come per la carne di molti Lattari e Russule, da non confondere con amaro.

ACROFISALIDI - cellule ifali terminali che danno allo stipite ed al cappello del basidioma la loro caratteristica struttura rigida.

ACULEATO - munito esternamente di ornamentazioni a spine o aculei. Ad esempio l'imenoforo delle "idnacee".

ADNATE - (lamelle/tuboli) inseriti al gambo per tutta l'altezza (o larghezza).

ADNATO - inseparabile, strettamente aderente al substrato, e quindi difficilmente separabile.

AGARICOIDE - termine generico col quale si intendono i funghi che recano lamelle sotto il cappello.

AGGLUTINATE - (Ife) ife molto vicine fra loro, difficili da separare.

AGHIFOGLIE - piante che hanno le foglie a lamina stretta, a forma di ago (abete, larice, pino ecc.). E' sinonimo di conifere e si contrappone a latifoglie.

ALIOFILI - in generale, organismi che amano la luce, per quanto riguarda i funghi, si tratta di specie che si svilluppano fuori dai boschi veri e propri, ossia sono le specie dei prati, dei pascoli, delle praterie, delle lande, ecc.

ALOCISTIDI - cistidi con una vescica o pallone all'apice, o ifa provvista di un rigonfiamento apicale ricoperto da un rivestimento di natura mucosa.

ALOFILA - flora e fauna legate agli ambienti prevalentemente salmastri.

ALLANTOIDE - basidiospora di forma cilindrica, curva a forma di salsiccia, arcuata.

ALLUCINOGENA - sostanza che dà luogo a sindromi di allucinazione, ebrezza, euforia, sogni, visioni, e fenomeni che interessano il sistema cardiocircolatorio e nervoso.

ALUTACEO - colore cuoio chiaro, giallo-pallido, giallastro-grigio-pallido, argilla-chiaro.

ALVEOLATO - coperto da alveoli (per es. la mitra delle Morchelle).

ALVEOLO - piccola cavitÓ poco profonda, di solito a parete contigua con altre cavitÓ simili.

AMARESCENTE - di sapore debolmente amaro, da non confondere con acre.

AMARO - al sapore del fiele, da non confondere con acre.

AMEBE-AMOEBA - organismi unicellulari caratterizzati dalla variabilità della forma, si muovono emettendo dal corpo dei prolungamenti chiamati pseudopodi, questo tipo di movimento, con continuo cambiamento della forma del corpo, viene detto movimento ameboide, si nutrono assorbendo sostanze nutritive disciolte nel liquido in cui vivono o inglobando organismi più piccoli.

AMMEROCONIDIO - conidio unicellulare, senza setti.

AMIGDALIFORME - a forma di mandorle, con un lato un pò appiattito.

AMFIMITICO -riferito al sistema delle ife della trama, formato da ife generative e ife connettive, detto anche dimitico con ife connettive.

AMILOIDE - (reazione amiloide sopratutto in microscopia) si definisce così un tessuto o un elemento che reagisce in presenza di soluzioni iodate (reattivo di Melzer) virando dal colore iniziale al blù, al grigio-bluastro.

AMMASSATI - carpofori che crescono in gruppi molto fitti.

AMMONIACA (NH3) - usata in soluzione acquosa al 25% è l'Ammoniaca commerciale o Idrato di anmmonio (NH4OH), (usata generalmente come rigonfiante d'erbario), per l'osservazione dei Crisocistidi (es. Hypholoma, Phliota, Strophariaceae): i corpuscoli interni rinfrangenti generalmente diventano gialli (anche con KOH).

AMORFO - senza forma fissa, informe.

AMPOLLIFORMI - (cistidi) a forma di ampolla, definiti più correttamente ampullàcei o sfero peduncolàti.

AMPOLLOSA - (ifa) provvista di rigonfiamenti ifali a livello del setto, o intercalari.

ANAMORFO - lo stato imperfetto, asessuato di un fungo. Stadio di sviluppo di funghi pleomorfici, che non presenta formazione di meiospore. La riproduzione avviene generalmente per conidi. Ad un solo olomorfo di solito appartengono più anamorfi, e questi vengono chiamati sinamorfi.

ANASTOMIZZATE - si dice di lamelle fittamente intervenose, ovvero unite fra loro sul fondo da venature trasversali, anche venoso-congiunte.

ANASTOMOSI - unione secondaria tra ife, che si originano per disgregazione della parete cellulare e confluenza dei protoplasti a causa della stretta vicinanza delle ife in questione (come succede nel tallo dei Licheni).

ANELLO - residuo di velo (universale o parziale) che rimane sul gambo sotto forma anulare.

ANEMOCORIA - dispersione delle spore che avviene prevalentemente ad opera del vento.

ANGIOCARPICO - tipo di sviluppo dei carpofori nei quali le zone di produzione delle spore e le spore stesse restano protette all'interno di un peridio, senza contatti con l'ambiente esterno, fino a maturazione.

ANNESSE/I - (lamelle/tuboli/aculei) aderenti al gambo per meno di metà altezza della lamella stessa, lamelle che raggiungono il gambo, e vi inseriscono (non si specifica come) perciò per es: sono annesse sia lamelle adnate che decorrenti.

ANNULATO - provvisto di un anello.

ANTHRACOPHILO - amico del carbone, che cresce su resti carboniosi.

APICOLO - piccola sporgenza basale delle spore, con la quale queste si appoggiano sugli sterigmi.

APLANOCONIDIO - Gonidio = spora agama, privo di ciglia o flagelli e perciò immobile o quasi, gli aplanoconidi sono propri di numerosi funghi inferiori.

APLOIDE - cellula di un individuo che contiene un solo corredo cromosomico. Se contiene due corredi cromosomici è detta DIPLOIDE.

APLOSETE - sete con pareti lisce, spesse, brune che diventano molto più scure in KOH.

APOFISI - rigonfiamento di forma anulare collocato alla base dell'endoperidio, (es.Geastrum).

APORINCO - asco, quando si presenta con la parte basale non forcata.

APOTECIO - corpo fruttifero di forma variabile, nella maggior parte dei casi cupolata, il cui imenoforo (imenio) ne riveste la superfice interna, in ogni caso quella in vista, che reca sulla sua faccia esposta lo strato degli aschi.

APPENDICE - l'estremità selle spore sovente allungata con la quale la spora risiede sullo sterigma.

APPENDICOLATO - può assumere due significati: riferito al cappello significa che porta appendici, residui del velo generale, sotto forma di peluria o brandelli membranacei; riferito al gambo significa che questultimo ha la base assotigliata, radicante o fittonante.

APPIANATO - (disteso, spianato) cappello che abbia raggiunto la massima distenzione,e che si disponga pressochè su un unico piano.

APOFISI - nelle Geastraceae area limitata alla base del sacco-endoperidio, distinta per una ondulazione o un rigonfiamento della superfice, liscia o striata, oppure a forma anulare.

APPRESSATE - si dice di lamelle che, con l'estremità approssimale al gambo, vengono a contatto con questo in un solo punto,è sinonimo di attingenti, si dice di organi (peli, fibrille, ecc.) quando sono strettamente applicati sul supporto che li sostiene.

ACQUA (H2O) - mezzo piu comune e naturale d'osservazione per i funghi allo stato fresco, perchè non solubilizza i pigmenti dei funghi stessi.

ARACNOIDE - margine del basidioma resupinato con aspetto finemente pubescente.

ARANEOSO - a forma di ragnatela.

ARBORICOLI - funghi o altri organismi che crescono di norma sugli alberi, sia parassiti che saprofiti.

ARCUATO - taglio delle lamelle nettamente concavo.

AREA-PERISTOMA - piccola area dell'endoperidio che circonda per un breve tratto lo stoma; in molte specie di Geastrum nettamente delimitata dalla restante superfice.

AREOLATO - cappello) con disegno a mosaico, si dice dei cappello quando è diviso in piccole superfici (areole) delimitate o separate da screpolature.

ARMILLA - sorta di calza inguainante il gambo a partire dalla sua base e che termina in prossimitÓ dell'apice con un risvolto (anello).

ARROTOLATO - (margine pileico) marcatamente rivolto verso il margine del cappello.

ARROTONDATE - (lamelle) anche sinuate.

ASCENDENTE- ascendente o infero: il tipo di anello che resta attaccato al gambo dalla parte inferiore e con la parte superiore libera.

ASCO - cellula nella quale si formano le spore degli "Ascomiceti" e dalla quale vengono espulse elasticamente.

ASCOCARPO - corpo fruttifero degli ascomiceti, anche carpoforo, ascoma o fruttificazione.

ASCOFORO - la parte del corpo fruttifero che porta gli aschi negli Ascomiceti.

ASCOMICETE - funghi che sviluppano le loro spore sessuate (cioè formatesi dopo meiosi) in modo endogeno in sacche chiamate aschi, ed espulse a maturità.

ASCOSPORE - le spore degli ascomiceti.

ASIMMETRICO/CHE - riferito in modo particolare alle spore, i cui lati sono diversi l'uno dall'altro.

ASPERGILLO - conidioforo che termina in un rigonfiamento (vescicola) ricoperto a raggiera da fialidi produttrici di conidi, nel genere Aspergillus.

ASPERULATO - dotato di piccole e finissime asperità ± aguzze, ruvido o verruche in rilievo.

ASTEROCISTIDI - cistidi a forma di stella (dal greco astér = stella).

ASTEROSETE - sete a forma di stella.

ATECIO - senza carpoforo,è la fruttificazione di pochi e particolari generi degli Ascomiceti.

ATTENUATE - (lamelle) quasi libere che aderiscono al gambo solo parzialmente, oppure del gambo che si assottiglia dal basso verso l'alto o viceversa.

ATTINGENTI - sinonimo di appressate.

AUREOLA - piccole aree che si formano quando la cuticola si screpola.

AUTROTOFO - si dice di ogni organismo capace di sintetizzare gli zuccheri partendo dall'anidride carbonica e dall'acqua del substrato, impiegando come energia la luce solare (fotosintesi), i funghi non sono autotrofi mentre lo sono tutti i vegetali verdi. È l'opposto di eterotrofo.

AZIGOSPORA -si dice della zigospora, ossia della spora derivante dalla fusione di due gameti uguali e immobili (esempio, Ficomiceti, Zìgomiceti), il cui sviluppo avviene per processo partenogenetico.

Inizio

B

BACILLIFORME - a forma di abcillo, ossia a forma di bastoncello, per esempio riferito alla forma di alcune spore.

BAIO - di colore rosso-bruno.

BASIDIO - cellula fertile dell'imenio dei funghi appartenenti alla classe dei basidiomiceti, generalmente ± claviforme su cui apice sono disposti gli sterigmi (sfr.voce) di norma 2-3-4, sui quali si formano le spore.

BASIDIOLI - cellule claviformi dell'imenio senza sterigmi (perciò sterili, oppure basidi giovani).

BASIDIOCARPO - qualsiasi tipo di fruttificazione nei basidiomiceti.

BASIDIOMICETE - fungo le cui spore si trovano all'esterno delle cellule fertili "Basidi".

BASIDIOSPORE - spore prodotte sui basidi.

BASI FORTI- idrato di potassio o potassa caustica (KOH) e Idrato di sodio o Soda caustica (NaOH); soluzioni acquose al 5-10-20-30-40%.

BIFORCATO - (gambo o lamella) che si divide in due a un certo punto della sua lunghezza e pertanto, dotato di due punte, anche forcato, bifido, biforcuto.

BISERIATE - riferito a spore disposte su due file (negli aschi).

BITUNICATO - asco la cui parete al microscopio ottico appare formata da due tessuti diversi.

BLU COTONE - determinazione della Cianofilia delle membrane sporiche, colorazione del contenuto delle ife generative, colorazione talvolta anche delle ife di sostegno, osservazione spesso dei Gleocistidi, colorazione di certe ornamentazioni sporiche ialine (es. Laccaria).

BLU LATTICO (BLU COTONE IN ACIDO LATTICO) - determinazione della Cianofilia delle membrane sporiche, colorazione del contenuto delle ife generative, colorazione talvolta anche delle ife di sostegno, osservazione spesso dei Gleocistidi, colorazione di certe ornamentazioni sporiche ialine (es. Laccaria).

BLU COTONE IN LATTOFENOLO - determinazione della Cianofilia delle membrane sporiche, colorazione del contenuto delle ife generative, colorazione talvolta anche delle ife di sostegno, osservazione spesso dei Gleocistidi, colorazione di certe ornamentazioni sporiche ialine (es. Laccaria).

BLU DI CRESILE - colorazione di membrane sporiche metacromatiche (e ortocromatiche), colorazione di ife oleifere, spesso per il tessuto gelatinoso = il Gel diventa rossobruno-porpora, le ife e le parti no gelatinizzate verde-bluastro.

BLU DI TOLUIDINA - colorazione di membrane sporiche metacromatiche (e ortocromatiche), colorazione del protoplasma, metacromasia del contenuto oleoso dei gleocistidi, evidenziazione di essudati lipidici (colorazione del reperto in soluzione acquosa di Blu Cresile e montaggio in ammoniaca al 25%).

BRACHICISTIDI - cellule sterili simili a cistidi, disposti attorno ai basidi, sopratutto nel genere coprinus.

BRIOFILO - specie crescenti tra il muschi.

BULBILLO - piccolo bulbo o sclerozio.

BULBO - in molti funghi è un rigonfiamento della base dei gambo; tale rigonfiamento o bulbo assume forme diverse, per cui si dice: bulbo olivare, marginato-turbinato o semplicemente turbinato, napiforme, subsferico. Talvolta, però, la base è detta semplicemente “rigonfia” o “bulbosa".

BULBOSO - che termina ingrossato alla base a forma di bulbo.

Inizio

C

CADUCO - (anello, squama ecc.) poco consistente presto si distacca e si dissolve, (anche labile, fugace, effinero, evanescente).

CALICULATO - (o caliciforme), carpoforo a forma di calice con gambo ± sviluppato.

CALIPTRATE - (spore) quando il perisporio, porzione della parete sporale esterna si distacca formando una sorta di evidente sacco intorno alla spora (es Galerina calyptrata).

CALLO - punto della membrana sporica, alla estremità apicale, a parete sottile (non troncato).

CAMPANULATO - cappello a forma di campana, o di cono con sommità arrotondata.

CANALICOLATO - (stipite) con evidente scanalatura longitudinale. Si dice dei gambo quando è vuoto internamente in forma di canale, ma non cosí piccolo da essere considerato "fistoloso”.

CANESCENTE - si dice di una superficie dall'aspetto biancastro o bianco-grigiastro, che può essere o no ricoperta di una leggera peluria o di una pruina avente tale tinta; il termine riguarda sovente il cappello di certi funghi, come ad esempio il Coprinus atramentarius.

CANGIANTE - si dice quando il gambo presenta un disegno a bande procedenti irregolarmente a zig-zag (derivante dalla lacerazione di uno strato superiore di tessuto o di un velo)

CANNELLA - color bruno-rosso.

CAPILLIZIO - insieme dei filamenti in cui si dissocia la trama della gleba nei Gasteromiceti e nei Mixomyceti, serve a tenere unite le spore all'atto della loro espulsione dal carpoforo maturo.

CAPITATO - avente forma di ingrossamento globoso, di capocchia.

CAPITULATI - (cistidi) a forma di birillo.

CAPITULO - sacco endoperiodo contenente le spore, e sostenuto da un vero gambo, tipico di Tulostoma.

CARBONIOSA - riferito alla consistenza di molti Pirenomiceti, che risultano duri e fragili, e che si sbriciolano alla compressione.

CARIA BIANCA (PUTREDINE BIANCA) - risultato della putrefazione del legno causata da funghi che distruggono sopratutto la cellulosa ed emicellulosa e lignina; è di colore biancastro e determina una perdita di peso alla materia attaccata.

CARIA BRUNA (PUTREDINE BRUNA) - risultato della putrefazione del legno causata da funghi che distruggono sopratutto la cellulosa ed emicellulosa: ma non la lignina; è di colore bruno e determina una perdita di peso alla materia attaccata.

CARNICINO - colore roseo incarnato.

CARMINIO ACETICO - per evidenziare le granulazioni siderofile nei basidi di certi funghi, per colorare i nuclei cellulari di molti funghi in modo diretto (es. Mycena).

CARPOFORO - corpo fruttifero (impropriamente chiamato"fungo"), anche "basidiocarpo".

CARTILAGINEO - dicesi di tessuto con consistenza un po' elastica e tenace, (es. Auricularia auricula-judae) ecc.

CASSANTE - carne che alla pressione si spezza facilmente, come il gesso o il polestirolo.

CAULOCISTIDIO - cistidi sulla superfice del gambo.

CAULOIMENIO - imenio presente a livello dello stipite (es Boletus, Xerocomus).

CAVERNOSO - gambo con piccole cavità o cellette interne.

CAVO - dicesi di gambo che internamente è vuoto, es. Boletinus cavipes.

CAERACEO - si dice di un organo che richiama la consistenza della cera o il suo aspetto, come le lamelle di molti Igrofori, o di alcune Russule.

CERCHIO DELLE STREGHE - disposizione in circoli dei corpi fruttiferi dovuta a una particolare estensione del micelio, è il modo di vegetare dei micelio di alcuni funghi superiori, per esempio Marasmius oreades, Calocybe gambosa, Cortinarius urbicus, ecc..

CERCINE - anello più o meno evidente, continuo o qua e là interrotto, che si nota intorno al gambo di alcuni funghi; numerosi cercini di verruche costituiscono il resto del velo generale in alcune specie del genere Amanita.

CEREBRIFORME - a forma di massa cerebrale, o la cui forma ricorda le circonvoluzioni del cervello.

CESPITOSO - (fungo) crescente con altri individui consimili, riuniti per la base del gambo, (insieme ma non unito).

CHEILOCISTIDI - cistidi che si trovano sul filo della lamella.

CHIAZZA ILARE - macchia sopra lo sterigma delle spore (generalmente amiloide).

CHIONOFILO - che vive sulla neve.

CHITINA - sostanza componente la parete cellulare dei macromiceti.

CHRISOCISTIDI - cistidi con contenuto amorfo, che in KOH e Ammoniaca si colorano di giallo.

CIANICO - odore simile a quello delle mandorle amare.

CIANOFILIA - pareti o membrane cellulari, che in blu lattico si colorano in blu, mentre l'interno della spora o ifa rimane incolore.

CIATIFORME - (fungo) a forma di coppa.

CIFELLOIDE - carpoforo a forma di calice o di tubo con imenio liscio.

CIRCELLATO - (gambo) munito di residui di velo anuliformi, simili a cÚrcini.

CIGLIATO - taglio di lamelle denticolato da fini fioccosità (dovute ai cheilocistidi fortemente sviluppati).

CIRCONCISA - (volva) con margine netto, non libero, ma aderente al bulbo basale.

CISTIDI - cellule sterili dell'imenio di alcuni basidiomiceti,si alternano ai basidi e possono essere di svariate forme.

CISTIDI CON CRISTALLI - (anche muricati o coronati) cistidi che presentano alla sommità cristalli, singoli o riuniti in ciuffo, costituiti per la maggior parte dei casi da ossalto di calcio.

CISTIDIOLI - cellule sterili sporgenti oltre la superfice dell'imenio sporifero.

CITRIFORME - a forma dil limone.

CITRINO - colore giallo simile a quello della buccia del limone.

CLAMIDOSPORE - cellule riproduttive asessuate con membrana spessa (forma di resistenza), formate per separazione dalle ife.

CLAVARIOIDE - ramificato a forma di corallo.

CLAVATO - a forma di clava, cioè cilindrico ma con progressivo rigonfiamento apicale.

CLAVULA - la parte apicale di Ascomiceti longilinei e allungati, linguiformi,spatoliformi ecc.

CLEISTOTEICIO - corpo fruttifero di alcune classi di Ascomiceti,solitamente globosi, a crescita superficiale, infossata, semiinfossata, costituito da un involucro esterno (peridio) che ricopre la carne interna (gleba).

CLORALIO IDRATO (C2H3Cl3O2)- osservazione e montaggio di funghi freschi o essiccati, liquido schiarente, soprstutto per il reagente di Melzer, come solvente per il Sudan III.

CLOROCROSPOREI - spore in massa bruno olivastre.

CLOROSPOREI - funghi le cui spore in massa (sporata) ha un colore verde verde sporco verde pallido.

COLLARIUM - piccolo colletto o cercine che circonda l'estremità superiore del gambo, su cui si innescano le lamelle.

COLUMELLA - tessuto sterile, che generalmente parte dalla parte bassa della gleba e si insinua in essa, e può assumere varie forme.

COMMENSALE - che vive su o in un altro organismo, traendone di norma profitto (cibo, protezione) ma senza danneggiare il proprio ospite.

CONGOFILO - reazione rossastra di alcuni elementi imeniali a contatto con il colorante rosso congo.

CONIDIALE (stato) -uno stato inperfetto (anamorfo), caratterizzato dalla presenza di conidi.

CONIDIO - cellule germinative endogene o esogene, primarie, monocellulari e talvolta secondarie e pluricellulari, suscettibili di germinazione immediata (ossia senza un previo atto sessuale). Si formano all'estremità di un'ifa fertile (conidioforo); CONIDIO - spore asessuale, specializzata, non mobile, generalmente caduche, non sviluppatesi da una separazione citoplasmatica (es. sporangiospore) o da una formazione libera di cellule (es. ascospore).

CONIDIOFORO - Ifa, semplice o ramificata, portante o formata di cellule conidiogene da cui sono prodotti i conidi.

CONIDIOMA - struttura specializzata formata da più ife portanti conidi.

CONCOIDE - che assomiglia a una conchiglia, il termine è in genere riferito al cappello dei funghi, il quale in tale forma o è sessile o ha il gambo disposto lateralmente.

CONNATO - letteralmente “nato insieme”, si usa per definire la crescita di alcuni funghi in cespi ± numerosi, aventi una base comune da cui si dipartono i gambi.

CONNETTIVE - (ife) - ife che collegano i vari elementi di un tessuto vegetativo.

CONTESTO - parte sterile del carpoforo nei polipori in modo particolare nel tratto del corpo fruttifero adiacente allo strato dei tuboli.

CONVESSO - cappello con curvatura della superfice ad arco verso l'esterno.

COPROFILO - che cresce sul letame, o su altri escrementi animale, anche fimicolo.

CORALLOIDE - quando la forma pluriramificata ricorda quella del corallo, caratteristica dei generi Ramaria e Clavaria.

CORPO FRUTTIFERO - la parte portatrice degli organi della riproduzione; nei funghi superiori è quella volgarmente ma impropriamente chiamata Fungo, con forme e colori svariatissimi, cioè è il fungo nel suo insieme, detto anche carpoforo o ricettacolo.

CORTICATO - (gambo) la cui parte esterna o corteccia, Ú di struttura differenziata, pi¨ dura e fibrosa delle parti interne che è molle, spugnosa, e che diventa più' o meno vuoto alla fine.

CORTICIOIDE - che ricorda una crosta o una corteccia e la forma più tipica nei funghi del genere Corticium.

CORTICOLO - fungo che si sviluppa dalla corteccia della pianta.

CORTINA - velo parziale, formato da filamenti sericei sottilissimi, per lo più simile a una ragnatela, con funzione protettiva dell'imenio, fino a quando le spore sono mature, il cui residuo sul gambo, sotto forma di filamenti arruffati e colorati dalle spore mature, dà origine alla zona cortinale.

CORTINARI - termine con cui si intendono comunemente i funghi del genere Cortinarius, i quali sono caratterizzati dal possesso di una cortina di fili sericei.

COSTOLATO -spore con ornamentazioni molto in rilievo, a forma di costolature, talvolta irregolari

COSTOLATURA - ornamentazione di un organo provvisto di coste o costole o nervature, ossia di sporgenze longitudinali sulla sua superficie, come ad esempio il gambo dell'Helvella crispa o le spore di alcune specie. Il termine non va confuso con striato o solcato.

CRENATO - detto di margine dentellato.

CRENULATO -detto di margine dentellato minutamente dentellato, o filo lamellare che mostra numerose minute denticolature.

CRISOCISTIDIO - cistidio con contenuto granuloso che con soluzioni alcaline (Ammoniaca o KOH) si colorano in giallo.

CUMARICO - è un gruppo o categoria di odori che comprende alcuni "oggetti/riferimento" con timbri uguali o similari tra cui: Caffè torrefatto, Cicoria tostata, Cumarina, Elicriso, Liquerizio, Meliloto, Trigonella.

CUPOLATO-CUPOLIFORME - a forma di calice o di coppa, riferito agli apoteici, si potranno definere ascocarpi debolmente o profondamente cupolati.

CUTICOLA - superfice del cappello o del gambo, vedi "Pileipellis".

CUTE - una cuticola formata da ife subcilindriche, filamentose, ± coricate ed intrecciate, o con rare estremità libere, non differenziate dagli strati sottostanti.

CUTIS - tipo di pileipellis costituita da ife coricate parallele e non gelatinizzate.

Inizio

D

DE-BARY BUBBLES - particolare tipologia di guttula presente in alcune ascospore, dalla parete molto spessa, in queste guttule il contenuto invece di essere oleoso "è gassoso", (in genere possiedone guttule di de Bary i funghi fimicoli o coprofili).

DECORRENTI - lamelle tubuli o aculeiche si prolungano per un tratto sulla parte superiore del gambo,

DECORRENTI CON DENTINO - quando le lamelle si prolungano sul gambo solo con uno stretto filetto.

DEFLESSO - (orlo del cappello) ripiegato bruscamente verso il basso, o all'indietro.

DEISCENTE - riferito agli aschi, che si aprono a maturazione per liberare le spore.

DEISCENZA - l’apertura del peridio (o altro elemento) che avviene nei carpofori (di sviluppo angiocarpico) maturi allo scopo di facilitare la dispersione delle spore.

DELIQUESCENTE - che diventa liquido a maturazione.

DENDROIDE - corpo fungino a forma di albero, per i funghi a forma di arbusto, cespitoso o coralloide (dal greco déndron = albero).

DENTICOLATO - taglio delle lamelle con denti sottilissimi (più sottili che nel seghettato).

DEPRESSIONE ILARE- depressione della spora vicino all'apicolo.

DEPRESSO - si dice del cappello che presenta al centro un infossamento più o meno largo e in genere poco profondo, Il termine è pure usato per indicare il bulbo di base del gambo di certi funghi quand'è un po' schiacciato.

DERMATOCISTIDIO - (pileocistidio) cistidio sulla cuticola (detta anche pileipellis) del cappello (detto anche pileocistidio).

DESTRINOIDE o PSEUDOAMILOIDE - spore o ife che si colorano a contatto di soluzioni iodate (Melzer o Lugol) di giallo-bruno, rossastro, rosso-bruno a bruno vino, (mantenendo questo colore anche al lavaggio).

DETERSILE - (squama, verruca, ecc.) che si asporta facilmente dalla superficie alla quale Ú fissato.

DEUTEROMICETI - (termine non tassonomico) Funghi che sviluppano spore asessuate (cioè formatesi dopo mitosi).

DIAFRAMMA - tratto di separazione tra la gleba e la subgleba, a consistenza papiracea, di alcune Lycoperdaceae.

DICARIONTE - ifa o cellula con due nuclei.

DICOIFIBRE - sono dicoifidi con lunghe ife fibrose spesso come rami intrecciati.

DICOIFIDI - ifidi con ramificazioni divise per lo più in due parti (dal greco dis = due volte).

DICOTOMO - biforcato nelle ife e nei carpofori dove si generano due rami uscenti dalla stessa origine.

DIDIMOCONIDIO - conidio diviso in due cellule da un setto trasversale.

DIMIDIATO - forma semicircolare assunta da un corpo fruttifero pileato.

DIMITICO - sistema ifale costituito da ife generative e scheletriche, oppure da ife generative e connettive.

DIPLOIDE - nucleo cellulare che contiene due corredi cromosomici. Se contiene un solo corredo cromosomico è detta APLOIDE.
Vedi anche MEIOSI..

DISCO - parte centrale del cappello dei basidiomiceti, o la superfice fertile nei discomiceti.

DISCOIDALE - a forma di disco.

DISSEMINATO - (fungo) crescente in gran numero con altri funghi simili, ma tutti staccati fisicamente, non cespitosi.

DISSOCIATO - come areolato, ma generalmente diviso in zone ampie ed irregolari.

DISTALE - la parte più lontana del punto d'origine.

DISTANTI - (lamelle) libere rispetto al gambo e terminanti lontano dallo stesso.

DISTESO - cappello di forma quasi piana, si dice anche pianeggiante, spianato, si riferisce anche al margine dei cappello quando è diritto, orizzontale.

DIVERTICOLATI - (cistidi): che mostrano delle protuberanze più o meno allungate e a volte ramificate, anche digitati.

DOLIFORME - simile a una picola botte.

DOPPIO - (anello) formato sia da resti di velo parziale che di velo generale, così da apparire come due anelli uniti insieme, uno sopra l'altro.

Inizio

E

ECCEDENTE - orlo di cappello, estremitÓ anteriore di lamella o di tuboli che supera il margine del cappello.

ECCENTRICO - gambo che non è inserito in posizione centrale rispetto al cappello.

ECHINULATO - (cappello, spora) ornato di piccoli aculei.

ECIDIO - piccolo corpo fruttifero di particolari funghi microscopici parassiti di piante. Gli ecidi sono globosi e dapprima chiusi, quindi si aprono a guisa di coppa, erompendo fuori dall'epidermide dell'organo della pianta ospite, essi portano sul fondo fitti rami di micelio alle cui estremità si formano lunghe catene di spore, ecidiospore. Gli ecidi sono caratteristici delle ruggini (Uredinali).

ECIDIOSPORE - sono le spore che si formano negli ecidi.

ECTOMICORIZZICO - (fungo) che vive in simbiosi con le radici delle piante formando un vero e propio manicotto ifale (mantello, micoclena) intorno all'apice radicale, le ife non penetrano all'interno delle cellule della radice.

ECTOTROFICA - modello di micorriza in cui le ife del micelio avvolgono le radichette della pianta, penetrandovi solo per un piccolo tratto.

EFFIMERO - (fungo) di brevissima durata.

EFFETTO SPLASH - azione "esplosiva" provacata dala caduta di una goccia d'acqua all'interno della coppetta-nido di alcuni generi delle Nidulariaceae, in base alla quale alcuni peridioli vengono violentemente espulsi.

EFFUSO - particolare forma dei carpofori di alcuni funghi, quando sono distesi sul substrato, privo di un contorno ben difinito.

EGUTTULATE - senza gocce oleose.

ELASTICO - gambo flessuoso che si piega facilmente da una parte e dall'altra, anche il cappello e le lamelle possono essere di consistenza elastica.

ELICOCONIDIO - conidio a forma di elica.

ELICOSPORA - spora a forma di elica, ossia ritorta su se stessa.

ELIOFILI - in generle, organismi che amano la luce, per quanto riguarda i funghi, si tratta di specie che si sviluppano al di fuori dei boschi veri e propri, ossia sono le specie dei pascoli, delle praterie, dei prati, ecc.

ELIOFITA - pianta acquatica ancorata al fondo, ma il cui corpo è in gran parte emergente dall’acqua.

ELLISSOIDI - spore con forma quasi a ellisse.

ELLITTICO - con forma di ellisse.

EMBRICATO - ricoprente da squame poste come tegole

EMIANGIOCARPICO - tipo di sviluppo dei carpofori intermedio fra il tipo angiocarpico e il tipo gimnocarpico, in cui le spore si sviluppano protette all'interno di un peridio, nel quale però la deiscenza avviene prima che le spore siano del tutto mature.

EMISFERICO - si dice di cappello a forma di una mezza sfera.

ENDOPERIDIO - strato interno del peridio, che racchiude la gleba, di talune specie fungine (Gasteromiceti).

ENDOSPORE - riferito alle spore prodotte all'interno di un elemento imeniale, (le ascospore sono endospore).

ENDOSPORIO - la parte più interna nelle spore con doppia parete ben visibile.

ENDOSTRATO - uno strato interno.

ENDOTROFICA - tipo di micorriza in cui le ife del micelio invadono internamente le cellule vegetali.

EPIBASIDIO - parte superiore di un fragmobasidio.

EPICUTE - èlo strato più periferico di ife del corpo dei funghi; quando la cuticola dei cappelli è formata da più strati, lo strato superiore è detto epicute (struttura diversa).

EPIFILLO - fungo che cresce sulle foglie morte cadute.

EPIFRAGMA - nelle Nidulariacee, parte superiore del peridio che racchiude i carpofori, come un sottile coperchio piatto, prima della deiscenza.

EPIGEO - carpofori che crescono sopra la superficie del terreno.

EPISPORIO - strato esterno, della parete sporale.

EPITELIO - strato superficiale del peridio (peridiopellis) costituito da elementi ifali corti erigonfi, di aspetto cellulare, a voltedisposti in file come catenelle.

EPIXILO - che cresce su legno.

EPYTYPUS - sostituisce tutti i Typus precedenti quando causano interpretazioni controverse o ambigue.

ERBARIO - raccolta di esemplari conservati secchi di funghi,fiori o piante (nel nostro caso campioni fungini).

EROSO - riferito al filo lamellare; che manifesta erosioni irrregolari (anche inciso, seghettato).

ESCORIATO - riferito alla cuticola del cappello, rotto in brandelli irregolari (es. Macrolepiota excoriata).

ESOPERIDIO - la membrana pi¨ esterna nei peridi composti (Gasteromiceti).

ESOSPORE - riferito alle spore prodotte all'interno di un elemento imeniale, (le basidiospore sono esospore).

ESOSPORIO - strato adiacente più esterno rispetto all'episporio, che spesso determina le ornamentazioni sporali.

ESOSTRATO - uno strato esterno.

ESPANSO - si dice dei cappello quando è pressoché piano fino al bordo, questo escluso, oppure anche dei bordo stesso quando diventa orizzontale.

ETALIO - corpo fruttifero dei mixomiceti.

ETEROCARIONTE - cellula contenente più nuclei geneticamente differenti; è generata artificialmente dalla fusione di due o più cellule e in natura trovata solo nei funghi.

ETEROCISTIDI - sono le terminazioni di ife secretorie non settate e possono provenire da ife vegetative profonde dall'interno del carpoforo.

ETERODIAMETRICHE - spore con forma geometrca irregolare, presenando diametri diversi a seconda del punto di osservazione.

ETEROGENEO - basidioma, con carne a struttura diversa tra gambo e cappello, e quindi facilmente separabili, lamelle che si asportano con facilità dalla polpa del cappello; è sinonimo di discontinuo, distinto, è l'opposto di omogeneo.

ETEROMERA- di struttura con diversi tipi di ife mescolate: ife cilindriche allungate e ife con elementi corti e rigonfi subglobosi, tipica dei Rossulales.

ETEROTALLICO - relativo ad un organismo che richiede per la sua riproduzione sessuale, due differenti corpi vegetativi, uno di un organo maschile, l'altro di organo femminile.

ETEROTROFO - è ogni organismo costretto a nutrirsi di sostanze già elaborate, il contrario di autotrofo.

ETEROTROPICA - spora formatasi in posizione eccentrica, non in asse con lo sterigma, contrario di ortotropica.

EXCIPULUM - strato di tessuto esterno che riveste l'apotecio (p. es. genere Peziza).

EXCIPULUM ECTALE - strato più esterno dell'excipulum.

EXCIPULUM MEDULLARE - strato più interno dell'excipulum, tra quello ectale e il sottoimenio.

EXOSPORIO - (spore) la doppia parete più esterna, ben visibile.

EXSICCATA - esemplari disidratati (funghi secchi) per la loro conservazione in erbario.

Inizio

F

FALCIFORME - a forma di falce.

FARCITO - gambo ripieno di micelio molle, cotonoso, midolloso, anche midolloso.

FARINOSA - si dice di una superficie del carpoforo (cappello, gambo, lamelle) quando è ricoperta di una finissima polvere bianca che assomiglia alla farina. anche pruinosa.

FARINOSO-GRANULOSO - superficie polverosa farinosa con fini granuli o piccoli fiocchi.

FASCICOLATI - disposti a mazzi, si dice di carpofori quando, unitamente ad altri, forma dei gruppi serrati, con i gambi saldati alla loro base, dalla quale si innalzano per un certo tratto più o meno lungo, aderenti o coalescenti gli uni agli altri.

FASEOLIFORME - a forma di fagiolo.

FE - solfato ferroso - FeSO4 - in soluzione aquosa 10%.

FELTRATO - coperto da finissimi peli pressati gli uni sugli altri in tutte le direzioni.

FELTROSO - rivestimento con l'aspetto del feltro, formato da fini peli bassi e molli, tra loro intrecciati, arruffati, pressati senza ordine gli uni sugli altri.

FENOLICO - odore che ricorda il fenolo o l'inchiostro da calamaio.

FENOLO - C6H5OH - in soluzione al 2% provoca reazione.

FERTILE - filo lamellare formato soltanto da basidi, pruduttore di spore.

FESTONATO - orlo di cappello o dell'anello, quando si presentano ornati da residui del velo generale o parsiale, (vedi appendicolato).

FIALIDE -cellula rigonfia a forma di bottiglia che produce conidi.

FIBBIA - (unione o giunto a fibbia) - processo caratteristico delle ife dei Basidiomiceti mediante il quale si compie una speciale congiunzione di due nuclei di un'ifa, costituenti il dicarion, consiste in un breve diverticolo a forma di uncino sul quale penetra uno dei due nuclei, l'unione, giunto a fibbia prelude la formazione del basidio.

FIBRILLA - piccola fibra, piccolo filamenti della cuticola del cappello o del gambo. Le fibrille possono far parte delle cellule della cuticola e vengono allora dette innate, oppure essere formate da cellule di natura diversa (generalmente dovute a residui del velo generale) e sono dette applicate o adnate.

FIBRILLA-INNATA - capello decorato da fini fibrille radiali.

FIBRILLOSO - capello decorato da finissime fibrille, più raramente nel gambo.

FILAMENTOSO - con filamenti.

FILIFORME - sottile, che a la forma di un filo.

FILOGENIA - la struttura gerarchica che mette in relazione organismi viventi in base alla loro evoluzione reciproca.

FILO LAMELLARE - margine della lamella, può essere seghettato o eroso, a volte di colore diverso.

FIMBRIATO - (orlo di cappello o filo delle lamelle) quando sono, frangiati, frastagliato, sfilacciati, ecc, (è sinonimo di frangiato o appendicolato), nei Gasteromiceti di stoma che presenta un orlo discontinuo e sfilacciato, fibrilloso o finemente denticolato.

FIMICOLO - che cresce che cresce sullo sterco, su letame, (anche coprofilo).

FIOCCOSO O FLOCCULOSO - (cappello, gambo) ornato da granulazioni soffici, simili a fiocchi di cotone.

FISALOIFEI - celule delle ife generative gonfiateconsiderevolmente con un rigonfiamento turgescente dei vacuoli ed un allungamento della parete (fisalo rigonfio) come una fila di salsicce.

FISSILI -si dice di solito del margine dei cappello quand'è facile a fendersi radialmente con l'età, è sinonimo di scissile, ma questo termine s'impiega di solito per le lamelle.

FISTOLOSO - (gambo) sottile e cavo per tutta la sua lunghezza, ma con parete il cui spessore Ú superiore al diametro della cavitÓ centrale.

FITTE - (lamelle) molto ravvicinate tra loro.

FLABELLIFORME - cappello a forma di ventaglio e quindi fissato lateralmente al suo supporto.

FLESSUOSO - irregolarmente ondulato, sinuoso, che ha forma sinuosa.

FLOCCULOSO - carpoforo, quando presentano in qualche sua parte dei fiocchi o lanosità più o meno evidenti.

FLOXINA - colorazione di ornamentazioni sporiche ialine (es. Laccaria), colora il citoplasma lasciando incolori setti e pareti cellulari.

FLOXINA ACQUOSA - colorazione di ornamentazioni sporiche ialine (es. Laccaria), colora il citoplasma lasciando incolori setti e pareti cellulari.

FORCATE - lamelle, che in prossimità del gambo si ramificano.

FORNICATO - nelle Geastraceae, di carpoforo il cui strato miceliare esterno è rimasto nel substrato formando una specie di coppa, sul cui bordo si appoggiano le lacinie del carpoforo stesso, quando aperte a stella e inarcate verso l'alto.

FORFORACEO - cappello o gambo ricoperto da granulazioni finissime.

FORMA PERFETTA - fase della vita riproduttiva di un fungo poco evoluto in cui sono prodotte spore sessuate.

FORMOLO - reagente chimico utilizzato per alcune rezioni macrochimiche sulla carne di generi diversi es Leccinum Russula (si usa in soluzione acquosa 35/40%).

FORTOULISMO - rigonfiamento moniliforme dei segmenti delle parafisi.

FRAGMOBASIDIO - basidio settato, con setti primari.

FRAGMOCONIDIO - (phragmoconidio) conidio con due o più setti traversali.

FRAGMOSPORA - (phragmospora) spora con due o più setti traversali.

FRANGIATO - margine del cappello con il bordo non integro ma appendicolato, o filo di lamelle, (è sinonimo di appendicolato).

FRASTAGLIATO - margine del cappello finemente lacerato.

FUCSINA FENOLICA - per l'osservazione specifica delle incrostazioni Acido-Resistenti nelle ife primordiali di certe specie di Russula( R. amara; gruppo Incrustatae (es. R. olivascens, rosea, turci, ecc.).

FUGACE - anello o cortina, non persistente, di poca durata, anche evanescente.

FUNGO - generalmente è così definito il corpo fruttifero originato da micelio.

FUNICOLO - struttura di ife parallele o ritorte che unisce i peridiolo nella parte interna del peridio, come una specio di cordoncino ombelicale, in alcuni generi delle Nidulariaceae, di struttura complicata, oppure semplice con una cordicella.

FURFURACEO - cappello o gambo, cosparso da piccole e finissime granulazioni e squamette ± persistenti.

FUSIFORME - (gambo, spora, cistidio) a forma allungata e rastremata alle due estremitÓ opposte, e pi¨ ingrossata al centro.

FUSOIDE - a forma di fuso non molto attenuato alle due estremità.

Inizio

G

GALERICULATO - a forma di galericulum, cappelletto sacerdotale.

GALLA - si tratta di rigonfiamenti tondeggianti su parti di piante verdi, nel nostro caso è una forma assunta da alcuni funghi parassiti Exobasidiaceae.

GAMBO - è la parte portante del fungo su cui poggia il cappello. Il gambo, o stipite, direttamente collegato al micelio, di norma, ma non sempre, è la prima parte del carpoforo a formarsi nel primordio (funghi stipitocarpi).

GAMIA - forma riproduttiva che si basa su spore di polarità opposta, (ossia di natura sessuale).

GASTEROIDE - di forma subglobosa, tuberiforme, senza gambo, che comunque resta chiusa fino alla completa maturazione delle spore al suo interno, con sviluppo di tipo angiocarpico.

GASTROCARPO - il carpoforo dei gasteromiceti.

GASTROMICETI - basidiomiceti generalmente ± globosi o piriformi, stipitati o non, costituiti da un involucro (peridio) formante una cavità nella quale possono distinguersi una parte sterile (capillizio) e una parte fertile (gleba). Le spore vengono diffuse per lacerazione della parete o per l'apertura di un foro apicale.

GELATINOSO - di consistenza gelatinosa, vitrea (generalmente riferito alla cuticola del cappello, ife o trama del cappello, superfice del gambo).

GENERATIVA (IFA) - un'ifa settata, di solito a parete sottile, che genera le cellule fertili.

GENERMINATIVO - (poro) piccolissima zona sulla superficie sporale.

GIBBOSO - che presenta protuberanze irregolari e poco marcate, o anche un umbone irregolare-appiattito.

GIMNOCARPICO - relativo allo sviluppo di una fruttificazione nella quale l'imenio è esposto fin dall'inizio, senza la protezione di alcun velo.

GIMNOCARPO - fungo o corpo fungine degli Ascomiceti o dei Basidiomiceti che presenti l'imenio, ossìa lo strato fertile, sporigero, esposto, libero, alla superficie di un ricettacolo o di particolari parti del carpoforo.

GIUNTI A FIBBIA - particolare morfologia delle cellule nel congiungimento tra due ife contigue, che si manifesta in un ingrossamento della congiunzione stessa; nel corso di un processo di accrescimento per moltiplicazione cellulare, il giunto a fibbia consente di ripristinare la contiguità di due nuclei di polarità diverse dopo la divisione dei nuclei.

GLABRO/A - superficie priva di ornamentazioni (squame, fibrille, peli, polveri, rugositÓ ecc.) ma non necessariamente liscia e brillante.

GLAUCO - dal greco "glaukós" di colore verde-azzurro, relativo al colore azzurro che tende al verde.

GLEBA - tessuto sporigeno (porzione fertile della carne dove avviene la produzione e maturazione delle spore) ad es: ordine Gasteromiceti.

GLOBOSO - cappello di forma quasi sferica.

GLOBULOSO - a forma sferica.

GLEOCCISTIDI - cistidio con contenuto oleoso o finemente granuloso, con pareti sottili, generalmente allungati, talvolta selettivamente colorabili con sulfovanilina. sulfobenzaldeide, blu cotone ecc.

GLUTINOSO - ricoperto da un muco viscoso e appiccicoso di sostanza simile a un glutine (mucoso, muccillaginoso).

GONIOSPOREO - si dice dei funghi che, come quelli del genere Rhodophillus, hanno le spore angolate, cioè che presentano un contorno con angoli più o meno evidenti.

GRAMMINICOLO - che vive in rapporto con graminacee.

GRANULOSO - rivestimento del cappello o del gambo ricoperto di piccole granulazioni arrotondate, si riferisce anche per i basidi di alcune specie (Calocybe, Lyophyllum, ecc.), la cui granulazione interna si colora con il carminio acetico (carminofilia o siderofilia).

GRAVEOLENTE - che emana un forte odore sgradevole.

GREGARIO - (fungo) crescente vicino ad altri individui della stessa specie, senza essere ad essi unito fisicamente.

GROANA - tipo di bosco composto più che altro da pino silvestre e varie latifoglie tra cui soprattutto Betulle, Castagni, Querce, Carpini, Robinie (ai margini), Frassini e sottobosco con molta felce.

GUAIACO (TINTURA DI GUAIACO) (G) - al 60-70%, reagente usato per la determinazione delle Russula, reattivo che dà una colorazione blu-verdastra.

GUTTULA - formazione oleosa o gassosa, di solito tondeggiante, presente in numerose cellule fungine.

GUTTULATO/E - (gambo) decorato da guttule, (Lamelle) essudanti piccole guttule ambrate, de spore che contengono gocce oleose di materiale refrattivo visibili all'interno.

Inizio

H

HABITAT - l'insieme delle condizioni ecologiche che caratterizzano l'ambiente o la stazione di crescita del fungo.

HABITUS - l'aspetto esteriore di una fruttificazione.

HOLOTYPUS - il reperto in essiccata di una specie determinata "in primis". La collezione "Holotypus" deve contenere un solo esemplare ben conservato e completo di tutti i particolari.

HYPHIDIA - strutture sterili nell'imenio a forma di ife più sottili dei cistidi.

HUMICOLO - crescente nell'humus.

HUMUS - substrato ricco di sostanze organiche in decomposizione.

I

IALINE - si dicono le spore dei funghi quando, al microscopio, si presentano trasparenti e incolori: in massa assumono colore bianco.

IALINO - non pigmentato, trasparente come il vetro.

IANTINO - prefisso di etimologia greca che significa violetto.

IANTINOSPOREI - funghi le cui spore in massa (sporata) sono di colore bruno violaceo scuro oppure bruno con componente porporina o addirittura nerastre.

IDNOIDE - con lunghi sottili aculei, generalmente maggiori di un mm.

IDRATO DI POTASSIO (KOH) -(potassa caustica) al 2% - 5% usato generalmente come rigonfiante d'erbario.

IDRATO DI SODIO (NaOH ) - (soda caustica) usato generalmente come rigonfiante d'erbario.

IFA - elemento primario che costituisce sia il micelio, sia il carpoforo, (impropriamente detto fungo) a forma cilindrica, all'interno cava, ed è collegata ad altre ife attraverso giunti detti "setti". Ha molteplici funzioni strutturali e di trasporto delle sostanze nutrizuionali.

IFE GENERATRICE- ife con pareti sottili, regolarmente septate, ricche di plasma, generalmente con giunti a fibbia, (colorazione: il contenuto con blu cotone, le pareti con rosso di congo).

IFE LATICIFERE - ife non septate, con pareti sottili comportanti un lattice o un succo incolore.

IFE OLEIFERE - ife con cellule molto lunghe (o unicellulari) e numerose gocce oleose nel plasma, con contenuto fortemente rifrangente.

IFE SCLELETOIDI - ife generative a parete molto spessa con veri setti, con o senza giunti, simili alle ife scheletrali.

IFE SCHELETRALI - ife con pareti grosse, lume piccolo, poco o nulla ramificate, prive di setti e di giunti a fibbia, quasi senza plasma, che percorrono l'intero carpoforo.

IFE SCHEROTIZZATE - con pareti grosse, ma provviste di setti e sovente di giunti a fibbia

IFOIDE - simile a un'ifa.

IGROFANO - che cambia colore secondo il grado di umidità, (tessuto) che allo stato asciutto assume un colore diverso, generalmente pi¨ chiaro di quando si trova allo stato umido.

IGROFILA - pianta terrestre che vegeta bene in un ambiente permanentemente umido.

IGROFILE - si dice delle specie ( nel nostro caso fungine) che amano l'umidità, (es.Psilocybe).

IGROSCOPICO - che assorbe umiditÓ dall'atmosfera dell'ambiente, ed assume un colore più scuro ed aspetto bagnato, nele Geastraceae, di esoperidio aperto a stella col tempo umido, ma si racchiude sul sacco-endoperidio col tempo secco.

IMBRICATO - con ornamentazioni (generalmente squame) sovrapposte a guisa di embrici, cioè disposte una sull’altra come delle tegole.

IMENIDERMA - cuticola del cappello con struttura simile ad un imenio.

IMENIFORME - simile ad un imenio (generalmente formato da cellule da claviformi a sferiche) (specialmente la cuticola del cappello).

IMENIO - strato fertile di un fungo, costituito dalla riunione dei basidi o degli aschi, che formano uno strato monocellulare fertile sull'imenoforo.

IMENOFORO - l'insieme delle porzioni del fungo su cui Ú disteso l'imenio che contengono o portano le spore, (es. le lamelle, i tuboli, gli aculei delle idnacee ecc.).

IMMARGINATO - si dice in particolare del bulbo di base più o meno arrotondato dei gambo di certi funghi, che non possiede alcun risalto o margine attorno ad esso.

IMPUTRESCIBILE - è la caratteristica di alcuni generi fungini (es. Marasmius) di essiccare senza subire processi di putrefazione.

INAMILOIDE - non amiloide, reazione negativa al reagente di Melzer.

INCRESPATO - rugoso, grinzoso, si riferirsi sia al cappello, che al gambo.

INCROSTATO - ife (o cistidi) che mostrano sulla superfice particelle a zolle, a cristalli, a granuli, ecc.

INCUNATO - si dice del margine del cappello rivolto verso il basso, anche Inflesso.

INCURVATO - orlo del cappelli incurvato verso le lamelle ma non involuto.

INDEISCENTE - corpo fruttifero che non si apre nè si lacera per lasciare uscire le spore.

INFERO - (anello) significa inferiore, relativamente all'anello è termine ambiguo, perché a volte è usato per significare che esso è posto piuttosto in basso sul gambo, a volte invece per definire un anello risalente dalla base del gambo e svasato verso l'alto, in prossimità della cima (armilla), è l'opposto di súpero.

INEGUALI - si dice delle lamelle quando sono intercalate da lamellule.

INFERO - (riferito all'anello), rivolto verso l'alto, cioè quando l'anello è inserito nella metà inferiore dello stipite. E' l'opposto di súpero.

INFLESSO - rivolto verso il basso con una piega abbastanza brusca, (non però incurvato).

INFUNDIBULIFORME - cappello a forma di imbuto, di cono rovesciato molto aperto.

INGUAINANTE - (volva) che avvolge strettamente il gambo per un tratto relativamente lungo.

INNATO - si dice di un ornamento (fibrille, scaglie) incorporato con il tessuto senza possibilità di poterlo staccare da esso, Es. le “fibrille innate” che si formano all'interno dei rivestimenti del cappello o del gambo.

INOPERCOLATO - privo di apercolo, asco che si apre superiormente, con uno stretto orifizio apicale, serve per liberare le ascospore.

INTERO - riferito al taglio delle lamellare, il cui taglio, o filo è completamente uniforme (ossia né fioccoso né cigliato, né dentellato, né intaccato).

INTERVENOSE - lamelle unite fra loro trasversalmente sul fondo da venucole. (anche anastomizzate (cfr. voce).

INVERSA (TRAMA) - trama lamellare con ife che convergono verso una linea centrale.

INVOLUTO - con il margine arrotolato verso l'interno.

IPERPARASSITA - un parassita che si sviluppa su di un altro parassita.

IPOBASIDIO - parte basale allungata del basidio maturo delle tremellacee, in cui ha luogo la suddivisione del nucleo.

IPODERMA - dicesi dello starto interno della cuticola quando questa è differenziata in diversi strati;
Se la cuticola del cappello(Pieleipellis) è formata da più strati distinti per struttura ifale diversa, allora lo strato interno, a stretto contatto con la carne è detta Ipoderma;
Ipoderma è sinonimo di Ipocute.

IPOGEO - (fungo) la cui crescita e maturazione avviene sotto terra.

IPOTECIO - immediatamente sottostante il tecio, è costituito da ife sterili.

IRSUTO - superficie ricoperta di peli rigidi e diritti, anche ispida.

ISABELLA - colore che dà sul bianco-crema-sporco, o giallo sporco, colori sempre pallidi.

ISODIAMETRICO - relativo ad una struttura la cui lunghezza è uguale alla larghezza, esempio: le spore quando sono rotonde o quasi.

ISOTYPUS - doppione dell'Holotipus. Medesima raccolta nel medesimo luogo e nel medesimo giorno. L'Isotypus può essere collocato anche in fungari di diversi Istituti.

ISTERIOIDE - con aspetto simile ad un chicco di caffè, cioè allungato con una fessura longitudinale.

IXOCUTE - cutis formata da ife coricate, immerse in un materiale gelatinoso.

IXOIMENIDERMA - imeniderma immerso in una sostanza gelatinosa.

IXOTRICODERMA - tricoderma immerso in una sostanza gelatinosa, la cuticola appare macroscopicamente da viscida a glutinosa, brillante con il secco ma appiccicosa.

KOH -(Potassio idrato) - reagente chimico che fa assumere particolare colorazione alla cuticola o alla lamella di molti funghi.

Inizio

L

LABIRINTIFORMI - si dicono i pori di alcuni polipori quando sono disuguali, di forma allungata e spesso incurvata e si presentano sovente anastomosati fra loro.

LACERATO - si dice di solito dei margine dei cappello e dell'anello quando sono irregolarmente frastagliati.

LACINIE - spicchi dell'esoperidio che in quest'uiltimo si divide quando si apre a stella a partire dalla sommità (es. Geastrum).

LACRIMANTE - secrezione di gocce di liquido sul taglio delle lamelle,dei pori dei tuboli e ala sommità del gambo.

LACUNOSO - (gambo) che presenta cavità irregolari, e non continue.

LAGENIFORME - (cistidio) avente forma di fiasco con collo molto stretto.

LAGENOCISTIDI - cistidi a forma di brocca o fiasco.

LAMELLA, LAMELLULA - sottili lamine disposte a coltello, a raggiera, sotto il cappello, congiungenti il margine coi gambo, le Lamellule si identificano con le lamelle salvo che, partendo dal margine, sono da molto corte a più o meno lunghe, senza però mai raggiungere il gambo.

LAMPROCISTIDIO - cistidio co membrana spessa e rinfrangente, cioè che spicca sullo sfondo in modo netto e con contrasto luminoso, così da apparire quasi brillante.

LANCEOLATO - (cistidio) che ha forma allungata e ristretta alle due estremità, a forma di punta di freccia, o di una lancia.

LANUGINOSO - ricoperto da una fine peluria, a peli radi, corti e morbidi.

LARDACEE - si dice delle lamelle di qualche Russula (R. cyanoxantha) che al tatto offrono una sensazione grassa, per il fatto di essere assai flessibili e di struttura omogenea, e quindi non si rompono facilmente passandovi un dito sopra.

LARMIFORME - (spora) a forma di goccia, di lacrima.

LATERIZIO - colore dei mattone, bruno rossasto.

LATICE - liquido ± denso, incolore, bianco o colorato, secreto dalle lamelle o dalla carne di ulcuni funghi (es.Lactarius), può essere dolce, acre, bruciante, o acrissimo.

LATICIFERE - ife non settate, con pareti sottili comportanti un latice o un succo incolore.

LATIFOGLIE - piante di alto fusto aventi foglie a lamina più o meno ampia, Faggio, Quercia, Betulla, Castagno, ecc.).

LECITIFORME (CISTIDIO) - cistidio a forma di bottiglia con apice distintamente capitato.

LECTOTYPUS - sostituisce l'Holotypus quando questi manca.

LENTICOLARE - a forma di lente, ossia discoide ma ingrossato al centro, e assottigliato al bordo.

LEOZIOIDE - fungo con l'aspetto di una Leotia, ossia con apotecio pulvinato sorretto da uno stipite non raccordato a esso.

LEPTOCISTIDIO - cistidio con pareti sottili.

LEUCOSPOREI - spore in massa bianche o con nota crema, rosata o verdina.

LIBERA - (lamella) la cui inserzione posteriore non arriva al gambo, (volva) a forma di sacco, non aderente alla base del gambo.

LICHENI- fruttificazioni vegetali dotate di tallo, appartenenti alle Crittogame, sono organismi costituiti dall'associazione simbiontica di un'alga e di un fungo.

LIGNICOLO - specie di funghi che crescono su un substrato legnoso, sono "saprofiti” se si sviluppano su legno di piante morte o in decomposizione, sono invece "parassiti” se si sviluppano su legno di piante viventi.

LYOCISTIDI - cistidi emergenti da una ifa basale a parete spessa, la cui parete (o più esattamente lo spesso strato tra la molto sottile membrana interna ed esterna) si scioglie rapidamente in soluzione diluita di KOH.

LOBATO - (margine cappello) dotato di lobi, ovvero protuberanze evidenti con contorno dolce.

LOBATO - (margine cappello) dotato di lobi, ovvero protuberanze evidenti con contorno dolce.

LUBRIFICATO - di aspetto grasso, lucente e solo apparentemente vischioso.

LUGOL - reattivo a base di iodio, utilizzato alcune volte in alternativa del Melzer.

LUSUS - termine che significa “mostruosità”, usato per indicare un'anomalia che si manifesta in un organismo con modifica della sua forma esteriore, o anche della sua struttura interna.

Inizio

M

MACROMICETE - termine che indica i funghi superiori (macroscopici); funghi spontanei di una certa dimensione, in contrapposizione con quelli di dimensioni microscopiche.

MACULATO - che presenta piccole e numerose chiazze di tinta diversa da quella di fondo.

MAMMELLONATO - é il cappello dei funghi quando, essendo convesso, presenta un mammellone centrale.

MAREZZATO - es. cappello, caraterizzato da macchie simili a venature, carne superfice screziata marmorizzata.

MARGINATE - (lamella) con filo di colore diverso del resto della lamella.

MARGINATO - (bulbo) con un contorno delimitato da un orlo netto e ben definito.

MEANDRIFORMI - sono i pori dei polipori quando si presentano molto allungati e variamente incurvati e talora anastomosati.

MEDIOSTRATO - uno strato intermedio.

MEDULLA - strato sterile al di sotto dell'imenio dei Discomiceti.

MEIOSI - processo biologico fondamentale della riproduzione sessuale che porta alla formazione dei gameti o delle spore, entrambe APLOIDI. Avviene quindi dopo la fusione sessuale dei gameti e dei relativi nuclei, che ha ripristinato la condizione DIPLOIDE.

MELANOSPOREI - funghi le cui spore in massa (sporata) sono di colore nero o nerastro, bruno-olivastra.

MELZER O REAGENTE DI MELZER - soluzione allo Iodio usata soprattutto per accertare l'amiloidia, l'inamiloidia o la pseudoamiloidia, delle pareti delle spore o di altre cellule (ife, basidi, ecc.).

MEMBRANOSO - si dice di un organo sottile, flessibile e abbastanza resistente, cosi pure all'anello di alcune specie il cui tessuto ha la struttura e la consistenza di una membrana.

MENSOLA - forma che assumono numerosi polipori corticicoli di solito a contorno arrotondato, più sottili al margine e più spessi nel punto di inserzione

MEROSPORANGIO - catene di spore che si formano dalla simultanea divisione di una cellula allungata.

MESENTERIFORME - la cui conformazione ricorda quella dell’intestino; non molto dissimile da cerebriforme.

MESOFILA - pianta terrestre che vive in ambienti tendenzialmente asciutti ma dove sussiste, almeno stagionalmente, una moderata umidità, a temperature medie (10-40° (20-35°).

METABASIDIO - basidio in fase avanzata di sviluppo, suddiviso in epibasidio ed ipobasidio.

METABOLISMO - insieme delle reazioni chimiche che avvengono nelle cellule di un organismo.

METACROMASIA - elementi membranosi, che sottoposti a una reazione, assume un colore diverso da quello del colorante , p.es: con blu di cresile, certi elementi si colorano di rosso, rosso-violetto, o porpora, nelle spore si colora il bordo esterno episporio in blu, mentre la sua parte interna endosporio diventa di colore rosso o porpora. (vedi Ortocromasia).

METULA - ramo apicale di un conidioforo sul quale si formano le fialidi.

METULOIDE - cistidio a forma cilindro-conica con parete spessa, sovente presentano alla sommità cristalli, (anche lamprocistidio).

MICACEO - superfice cosparsa da finissime granulazioni luccicanti come una lamina di mica.

MICELIO - la pianta che produce il frutto, (nel nostro caso il fungo), intreccio di ife, simile ad una ragnatela, che vive e si riproduce nel terreno, legno, e altri substrati, serve sopratutto per lassorbimento di sostanze nutritive, vedi anche MICELIO PRIMARIO e MICELIO SECONDARIO.

MICELIO PRIMARIO - insieme di IFE, cioè di cellule generate a partire dalla prima in seguito a germinazione di una spora. Il micelio primario contiene un corredo cromosomico APLOIDE.

MICELIO SECONDARIO - unione di due miceli primari aploidi. Il micelio secondario contiene quindi un corredo cromosomico diploide e rappresenta la generazione diploide dell'organismo fungino.

MICETE - sinonimo di fungo.

MICOLOGIA - la scienza che studia i funghi.

MICORRIZA - simbiosi tra "funghi" e piante superiore, che si manifesta in una stretta unione, tra ife miceliari e radici delle piante.

MICROFUNGHI (MICROMICETI) - funghi sia Ascomiceti che Ascomiceti di piccole dimenzioni, sovente invisibili ad occhio nudo.

MICRON - lunghezza corrispondente a un milionesimo di metro (cioè millesimo di millimetro - 1/1000 mm) (simbolo µm).

MIDOLLOSO - gambo, che all'interno presenta una consistenza molle.

MIEOSI - N. cromosomi nei gameti: aploide(n). N. di cromosomi caratteristico della propria specie:cellule somatiche. Cellule sessuali: metà numero cromosomi rispetto alle cellule somatiche. N. cromosomi in cellule somatiche: diploide (2n). Prima cellula gamete + gamete: zigote. 2 cromosomi di ogni coppia:omologhi. Meiosi: dimezzamento numero cromosomi e formazione cellule aploidi. 4 fasi:-Profase I: cromatina si condensa (sinapsi (appaiamento cromosomi omologhi che formano la tetrade e permette crossing over)), si forma il fuso centrioli formano l’aster, spariscono nucleolo e membrana cellulare.-Metafase I: cromosomi omologhi si appaiano.-Anafase I: cromosomi omologhi si separano.-Telofase I: ogni gruppo di cromosomi ha un assetto aploide e ogni cromosoma è formato da due cromatidi. Meiosi II: cambia soltanto che i cromatidi si dividono e diventano cromosomi. Citodieresi: si forma la membrana e si hanno 4 cellule.

MITOSI - Suddivisione del nucleo, durante la quale avviene la distribuzione equivalente della informazione genetica del nucleo di una cellula a due nuclei (figli).

MITRA - forma, simile al mitra vescovile, il cappello caratteristico di alcuni Ascomiceti (es. Helvella o Morchella).

MITRIFORME - MITRATO dotato di un cappello a forma di mitra (o mitria), il caratteristico copricapo dei vescovi (es. Helvella o Morchella). Dicesi anche di spore mitrate (p. es., in alcuni Coprinus)..

MONILIFORME - a forma di collana, riferito (parafisi, spore) quando presentano dei strangolamenti in diverse posizioni o in corrispondenza dei setti traversali.

MONOMITICO -sistema ifale costituito di sole ife generatrici o generative, dalle quali si originano le strutture imeniali.

MONOSERIATE (UNISERIATE) - riferito alla disposizione delle spore nell'asco, quando sono allineate in un'unica fila.

MONOTUNICATO (UNITUNICATO) - riferito agli aschi che al microscopio ottico, evidenziano un'unica parete.

MORIFORME - (spora) a forma di mora, spora settata traversalmente e longitudinalmente, ed ha quindi l'aspetto di una mora.

MONOVELANGIOCARPICO - sviluppo angiocarpico durante il quale si forma soltanto un velo universale.

MUCILLAGINOSO - organo ricoperto di mucillagine, cioè di una sostanza semidensa, filante e più o meno vischiosa, avente un aspetto gelatinoso.

MUCRONATO - con punta corta e mozza, per es. spora, cistidio, cappello.

MUFFA - termine generico con cui si intendono i funghi saprofiti o parassiti, microscopici nelle loro strutture, naturalmente nel suo insieme ogni muffa può presentarsi sotto forma di più o meno estese colonie di vario colore, pulverulente, vellutiformi o crostose.

MURICATO - (cistidio) che presenta un'apice ornato da cristalli di ossalto di calcio.

MUSCARIA - (mùscia : mosca) attinente le mosche.

MUSCARINA - alcaloide tossico contenuto in varie specie di funghi, in particolare nell'Amanita muscaria.

MUSCICOLO - che vive su o tra i muschi.

Inizio

N

NAPIFORME - bulbo basale a forma di rapa, con bulbo ± fittonante.

NAVICELLARE - fusiforme.

NAVICOLARE -a forma di uno scafo.

NEBULARIS - attinente la nebbia.

NECROFILO - fungo che nasce su insetti e animali morti.

NEOTYPUS - sostituisce l'Holotypus quando questi è perso o inesistente. Deve essere raccolto nello stesso luogo dove l'Autore trovò il Typus.

NEUTRÒFILO - Termine che designa i funghi che preferiscono i terreni leggermente acidi o neutri.

NITROFILO - (basidioma) che cresce preferibilmente in luoghi atropizzati, ricchi di composti azotati.

NITROSO - è così detto l'odore caratteristico di alcuni funghi, che ricorda, sia pure più debolmente, quello dell'acido nitrico o dell'ammoniaca..

NODULOSO - carpoforo con piccole protuberanze da nodose a nodoso composte.

NOMENCLATURA - è la branca della sistematica che determina il nome corretto da attribuire ad ogni taxon.

NUDO - glabro, privo di ornamentazioni.

O

OB - prefisso che sta ad indicare una posizione o una forma inverse di quelle normali. Cosi, obconico è un cono con la punta in basso; obovato significa che ha la forma di un uovo con la parte più tonda e grossa in alto, ecc.

OBCLAVATO - a forma di clava capovolta, ovvero con l’estremità più ampia rivolta verso il basso.

OBCONICO - a forma di cono rovesciato.

OBESO - si dice di un gambo piuttosto robusto quando oltre che spesso alle estremità, è rigonfio nella sua parte centrale.

OBOVATO - della forma, simile ad un uovo rovesciato, con la parte più tonda verso l'alto.

OBSOLETO - poco sviluppato, poco evidenziato.

OCELLATO - che a macchioline simili a ocelli.

OCELLO - macchiolina di pigmento che si trova sulle ali di farfalle, e sul piumaggio di alcuni ucelli, oppure occhio di animali inferiori, e da una lente.

OCROSPOREI - funghi le cui spore in massa (sporata) sono ocracee o color ruggine, oppure mostrano diverse gradazioni di bruno.

ODORE - è un carattere di grande utilità per la determinazione speciografica; nei funghi si riscontrano molteplici odori, dai più gradevoli (p. es., gelsomino, giacinto, farina fresca, anice, caramelle, fragola, etc.), ai più sgradevoli (carogna, caprone, gas illuminante, aglio, cavolo marcio, urina, etc.).

OLEIFERE - ife gloeocistidiformi, con contenuto fortemente rifrangente.

OIDE - suffisso che significa "simile a".

OLOMORFA - ciclo vitale completo di numerosi funghi inferiori; ovvero la somma della fase conidiale (Anamorfa o forma inperfetta) e della fase ascogena (Telemorfa o forma perfetta).

OMBELICATO - (cappello) che sul disco presenta una depressione centrale piuttosto pronunciata, ma stretta.

OMBROFILE - certe specie di funghi che crescono di preferenza in luoghi oscuri, ombreggiati.

OMOCARIONTE - cellula contenente più nuclei perfettamente identici, di solito generata dalla fusione di due o più cellule della medesima specie.

OMOGENEO - la cui struttura fra elemento ed elemento adiacente (p. es., gambo e cappello, carne e lamelle, etc.) è continua e costituita da ife morfologicamente simili. Questa situazione si traduce nell’impossibilità di separare di netto i vari elementi.

OMOMORFO - di aspetto uniforme, che ha forma uguale.

OMOTALLICO - organismo la cui riproduzione sessuale avviene per mezzo di un unico corpo vegetativo (tallo), provvisto sia di un organo femminile che maschile.

OPERCOLATO - (asco) che supèriormente si apre con una sorta di coperchietto, (Opercolo) per la fuoriuscita delle ascospore.

ORBICOLARE - a forma di cerchio, circolare.

OREADES -ninfe dei boschi.

ORELLANINA - tossina presente in Cortinarius orellanus, e in Cortinarius speciosissimus, responsabili della sindrome orellanica, organo bersaglio i reni.

ORLO - la zona in prossimità del margine.

OROFITE - specie di funghi che prediligono l'ambiente montano.

ORTOCROMASIA - (spore o ife) si ha quando la parete assume lo stesso colore del colorante, nel caso del Blu di Cresile, gli elementi diventano di colore blu.

ORTOTROPICA - spora che si è formata centralmente e in asse con lo sterigma del basidio; caratteristica tipica delle statismospore.

OTRIFORME - corpo fungino, gambo, ecc. a forma di otre.

OSTIOLO - nei Gasteromiceti l'orifizio dell'endoperidio. Nei Pirenomiceti il canaletto di sbocco verso l'esterno del peritecio.

OSTREATO - è il cappello di un fungo quando si presenta pressoché a forma di ostrica, o comunque dì conchiglia, con gambo eccentrico o laterale.

OTTUSO - organo che ha l'estremità arrotondata o smussata, è l'opposto di acuto.

OVATO - OVOIDALE - a forma di uovo.

OZONIUM - intrecco miceliare, esposto all'aria rossiccio, che si dirama dalla base di alcune specie fungine, (sezione Domestici).

Inizio

P

PACHIPODIALE - Mediostrato irregolare o subregolare con un ampio subimenio orizzontale divergente, può apparire come trama fortemente divergente.

PALIZZATA TRICHODERMICA - ife disposte verticalmente e piuttosto esattamente parallele tra loro, ma non sorgenti tutte allo stesso livello, come nell'imeniderma un imeniderma formata da file di lunghe cellule parallele ed apressate.

PALLIDESCENTE - che tende col tempo a perdere di intensità cromatica.

PAPILLA - piccola prominenza ben delimitata, alla superficie ad es. di un cappello, acuta o leggermente ottusa.

PAPIRACEA - (carne) di cosistenza simile al papiro, sottile ma al contempo rigida e tenace.

PARABOLICO - il cui profilo segue un andamento strettamente convesso disegnando una parabola; opposto di cupolare.

PARACAPILLIZIO - ife ialine, cianofile, con parete da sottile, presente nella massa polverodsa della gleba matura di molte specie, (Gasteromiceti).

PARAFISI - strutture ifali sterili attaccate alla parte basale di un ascoma e sviluppate verso l'alto, si distinguono in tre tipi principali, semplici, septate, ramificate.

PARASSITA - (fungo) che trae il proprio sostentamento, a scapito di altri organismi viventi, vegetali o animali, senza dare nulla in cambio.

PARATYPUS - esemplare citato dall'autore nel prologo della pubblicazione del Typus.

PARAVELANGIOCARPICO - sviluppo angiocarpico durante il quale si sviluppa soltanto un velo parziale.

PATELLIFORME - a forma di piatto.

PEDICELLATO - provvisto di pedicello o di stipite.

PEDICELLO - appendice primaria ialina, delle spore di alcuni pirenomiceti.

PEDUNCOLATO - sostenuto da un peduncolo, (piccolo stipite).

PELI - elementi sterili, sottili e allungati, che possono trovarsi sulle superfici del fungo o nell'imenio.

PENDULO - (anello) staccabile verso l'alto.

PERIDIO - parete che protegge la gleba, (cioè la parte fertile di funghi globosi, si riscontra nei cleistoteici, oppure nei Gasteromiceti.

PERIDIOLO - piccolo corpo lentiforme o subgloboso racchiuso nel peridio delle Nidulariaceae, costituito da una spessa corteccia e una cavità con le spore, in alcuni generi dotati di funicolo.

PERITECIO - corpo fruttifero cavo, globoso o lenticolare, talvolta clavato o a forma di fiasco, contenente gli aschi con le asco-spore, fornito di un foro apicale (OSTIOLO) attraverso il quale vengono liberate le ascospore.

PERISTOMA - orifizio dell'endoperidio dei Geastrum, per lo pi¨ sporgente, e conformato a cono, a rostro ecc.

PERISPORIO - ulteriore strato che avvolge lo tsrato più esterno della superfice sporale (esosporio) in parecchie specie.

PERONATO - (gambo) portante un rivestimento peloso, squamoso, o lanoso, nella parte inferiore.

PETTINATO - margine del cappello percorso radialmente da lunghi e sottili solchi.

PIANEGGIANTE - dicesi di cappello di forma quasi piana, anche disteso, spianato, piano.

PICNIDIO - è un corpo fruttifero proprio dei funghi inferiori che ricorda il peritecio, ma che anziché contenere aschi con ascospore, racchiude una massa di conidiofori con conidi, ossia spore agame, picnidiospore o picnoconidi.

PILEATO - carpoforo a forma di cappello o a mensola.

PILEIPELLIS - rivestimento del cappello, formato da ife differenziate da quelle della carne sottostante, (anche cuticola, pellicola pileica).

PILEO - cappello dei (funghi).

PILEOCISTIDI - cistidi che si trovano sul cappello,è sinonimo di dermatocistidi.

PLAGA ILARE - piccola zona delle spore sopra l'apicolo diversamente ornamentata (sovente appena percettibile) oppure liscia e ingrossata, in alcune specie solo questa parte è amiloide.

PLAGA SOPRAILARE - area liscia e rotonda al di sopra dell'apicolo.

PLASMODIO - stadio del ciclo vitale dei Myxomyceti, costituito da una massa nuda di protoplasma, dotata di mobilitÓ, plurinucleato, di forma variabile, che a maturitÓ si trasforma in un corpo fruttifero fisso (sporangio, o etalio, o plasmocarpo).

PLEOMORFISMO - un fungo avente differenti forme in momenti diversi del proprio ciclo vitale.

PLEUROCISTIDI - cistidi collocati sulle facce lamellari. Si distinguono dai Caulocistidi che sono collocati sul gambo.

PLEURORINCO - riferito agli aschi, quando si presentano con il piede leggermente bifido e piegati alla base in modo ± netto.

PLICATO - provvisto di pieghe (solitamente radiali).

PLISSETTATO - orlo del cappello che presenta fitte ondulazioni o pieghe ± profonde.

PICNIDIALI - conidioma di tessuto fungino con ostioli circolari o longitudinali, con la superfice interna formata interamente o parzialmente da cellule conidiogene.

PIRIFORME - a forma di pera.

PLEIOMORFI - funghi aventi più forma indipendente di produzione delle spore nel loro ciclovitale, in particolare una fase olomorfa che comprende una fase telemorfa e una o più fasi anamorfe.

PLEUROCISTIDI - cistidi sulla faccia della lamelle e delle pareti dei tuboli.

PLICATO - provvisto di pieghe,di solito radiali.

PLISETTATO - cappello marcatamente pieghettato, con pieghe radiali.

POLIMORFO - si dice di un fungo che nel corso del suo sviluppo produce duo o più stadi morfologicamente differenti, con forme di spore differenti.

POLIPORI - sono i funghi con pori sotto il cappello, essi differiscono dai boleti per avere generalmente il gambo eccentrico, laterale o mancante.

PORO - forellino angoloso, tondeggiante, allungato, ecc., nonché di colore che varia dal bianco al giallo, al rosso, al bruno e fino all'olivastro, in cui termina il tubolo (cfr.voce), attraverso il quale vengono disperse le spore.

PORO GERMINATIVO - zona di forma circolare evidente sulla superficie delle basidiospore di alcun i funghi da cui solitamente inizia la germinazione.

POLISPORIO - in riferimento ad un asco contenente più di otto spore.

PRATICOLO - che cresce nei prati, terreni grassi ed erbosi.

PRIMARIO - (Micelio) - micelio derivante dalla germinazione di un’unica spora.

PRIMORDIO - il (fungo) nello stato di primissimo sviluppo.

PROBASIDIO - basidio in stadio di sviluppo, perciò non ancora suddivisibile in epibasidio ed ipobasidio.

PROMICELIO - è il micelio che nei funghi Ustilaginalì e Uredinali, è prodotto da una spora duratura, esso da luogo alle basidiospore o sporidi e può considerarsi quindi come un basidio.

PROPAGOLI - ifa monocellulare in grado di dare origine ad un nuovo "individuo".

PROTISTA - il regno che comprende organismi eucarionti unicellulari, tra cui protozoi, alghe ed alcuni funghi.

PROTOBASIDIO - è il basidio settato trasversalmente in modo da dar luogo a quattro cellule, ognuna delle quali porta laeralmente uno sterigma sorreggente una spora. Esistono anche protobasidi le cui quattro cellule sono disposte in croce e recano ognuna ancora uno sterigma e una spora.

PRUINA - leggera impolveratura aderente a una superficie (cappello e gambo) e che ricorda una brinata.

PRUINOSO - che è fornito di pruina, ossia di una tenue efflorescenza cerosa o pulveru-lenta: si dice del cappello e del gambo di alcuni funghi.

PSAMMOFILA - si dice, di pianta fungho o animale che predilige suoli sabbiosi.

PSEUDOCOLUMELLA - colonna di tessuto sterile circondata dalla gleba.

PSEUDOLAMELLE - costituito da pori talmente ampi ed allungati, della superficie imeniale di alcuni funghi, da simulare brevi lamelle.

PSEUDOLIGNICOLO - termine qui utilizzato per indicare un corpo i fruttifero crescente su residui o substrati legnosi, senza essere necessariamente lignicolo (parassita o saprofita).

PSEUDOPARAFISI - ife sterili, simili a parafisiche prendono origine dalla parte superiore di un pseudoapotecio, e si sviluppano verso il basso tra gli aschi. Nei basidiomiceti sinonimo di brachicistidi.

PSEUDORRIZA - prolungamento dello stipite simile ad una radice.

PSEUDOSETTO - una cellula apparentemente settata ma che, in realtà, non possiede delle vere pareti trasversali.

PUBESCENTE - ricoperto da una sottile corta e morbida peluria.

PULVINATO - (guancialiforme) si dice di un cappello di spessore pressochè costante, il cui profilo convesso diventa improvvisamente verticale in prossimità dell'orlo.

PUSTOLE - piccole macchie granulari simili a bolle, vescichette, in micologia il termine è usato per indicare che le verruche delle spore sono basse e larghe.

PUTREDINE BIANCA - è provocata nel legno da funghi che distruggono cellulosa, emicellulosa e lignina. Il risultato è una colorazione chiara del legno; la perdita di peso avviene con maggior lentezza che nella putredine bruna.

PUTREDINE BRUNA - marciume bruno del legno causato da funghi che distruggono soprattutto la cellulosa (ed emicellulosa), mentre le parti costituite da lignina subiscono minime variazioni. Il risultato è una evidente colorazione bruna dei legno e una perdita di peso decisamente più rapida di quella causata dalla putredine bianca.

Q - quoziente sporale medio, cioè, il rapporto lunghezza/larghezza delle basidiospore.

Inizio

R

RACEMOSO - (gambo) da cui si dipartono altri piccoli gambi formanti un "grappolo".

RADIALE - che procede nel senso del raggio dal centro all'orlo in tutti i punti perimetrali, per lo più di un cappello fibrilloso, quando le fibrille lo percorrono a raggio, dal centro verso la periferia.

RADICANTE - gambo che alla base si prolunga a guisa di fittone di radice.

RAFANOIDE - (carne) odore di radice o terroso.

RASTREMATO - gambo con base assottigliata.

REAGENTE DI MELZER - composto chimico che nell’osservazione al microscopio conferisce ai tessuti di alcune strutture (spore, ife, ecc.) una colorazione bluastra (amiloide), rosso mattone o inalterata (inamiloide o non amiloide), Reazione in Melzer di spore di russola

REAZIONE AMILOIDE - l'amido, contenuto nel fungo, interagisce con lo iodio dando una colorazione blu-violetta denominata amiloide.

REAZIONE DESTRINOIDE O PSEUDOAMILOIDE - reazione macrochimica: consiste nel tracciare due linee in croce, sul pileo, con due bacchette bagnate una in anilina e l'altra in acido nitrico; se nel punto d'incrocio compare una colorazione rosso aranciata la reazione è positiva (RS+), se non compare alcuna colorazione è negativa (RS-).

REAZIONE di SCHAEFFER (RS±) - reazione macrochimica: consiste nel tracciare due linee in croce, sul pileo, con due bacchette bagnate una in anilina e l'altra in acido nitrico; se nel punto d'incrocio compare una colorazione rosso aranciata la reazione è positiva (RS+), se non compare alcuna colorazione è negativa (RS-).

REFLESSO - si dice del margine del cappello, quando è rivolto verso l'alto, è sinonimo di revoluto.

REPANDO - Si dice di un organo che presenta il contorno leggermente ondulato.

REPANDUM - ripiegato all'insù.

RESUPINATO - si dice dei cappello di un fungo, solitamente lignicolo, quando, sprovvisto di gambo, esso aderisce al suo supporto con la superficie pileica e mostra quindi l'imenio rivolto verso l'alto; può tuttavia anche trattarsi di un fungo con gambo molto corto, il quale si è incurvato al punto di far aderire il cappello, come sopra detto.

RETICOLO - insieme di linee, talora in leggero rilievo, disposte in modo da formare un disegno come a maglie di rete.

REVIVISCENTE - carne o basidioma, dopo esssere disidratato,con l'umidità, ritorna allo stato originario, reidratandosi.

REVOLUTO - dicesi del margine del cappello (orlo), rivolto in alto, verso il centro del cappello, ripiegato all'indietro, anche Reflesso.

RICETTACOLO - sinonimo di carpoforo.

RICURVO - es. bordo cappello, piegato con una curvatura verso l'alto, o verso l'esterno.

RIMOSO - es. cappello, quando le fibrille presenti si fessurano lasciando intravedere la carne sottostante.

RIPRODUZIONE - 1) Sessuata o Gamica; si realizza attraverso l'unione di due cellule (Gameti).

RIPRODUZIONE - 2) Asessuata o Agamica o Vegetativa; si attua attraverso il distacco da un individuo di parti de lproprio corpo, capaci di ricrescere.

RIPRODUZIONE - 3) per Sporogania; tipica degli Ascomiceti e dei Basidiomiceti, da una cellula madre , per divisione meiotica, si ha la formazione di quattro spore.

RIVULOSO - segnato da fini screpolature disposte irregolarmente, ovvero che ricordano tanti piccoli ruscelli.

RIZOIDI - cordoncini miceliari (ife miceliari) simili a radichette presenti alla base dei carpofori. (anche rizomorfe).

RIZOMORFA - lungo fascio di ife a forma di cordone o di nastro, assai compatto, atto a rimanere a lungo in condizioni di vita latente e capace di dar luogo a produzione di micelio e di corpi fruttiferi,le rizomorfe si sviluppano nel terreno umoso, sulle foglie morte, sulle ceppaie e cortecce, sul legno morto, ecc.

RODOSPOREI - funghi le cui spore in massa (sporata) sono rosa-pallido o con una leggera componente ocracea, o addirittura rosa-brunastro.

ROSTRATO - struttura o elemento, di solito microscopico come i CISTIDI, con l'apice a forma di becco (rostro).

ROSSO CONGO ACQUOSO - colorante di contrasto per evidenziare pareti ialine di spore, ife e altre cellule, è anche indicatore di pH in quanto rimane rosso in elemento alcalino, e diviene blu in elemento acido.

ROSSO CONGO AMMONIACALE - colorante di contrasto per evidenziare pareti ialine di spore, ife e altre cellule, è anche indicatore di pH in quanto rimane rosso in elemento alcalino, e diviene blu in elemento acido.

ROSSO CONGO ANIONICO - colorante di contrasto per evidenziare pareti ialine di spore, ife e altre cellule, è anche indicatore di pH in quanto rimane rosso in elemento alcalino, e diviene blu in elemento acido.

ROTONDATA - dicesi solitamente delle lamelle che si inseriscono al gambo con una curva.

RUDIMENTALE - struttura o elemento, generalmente l'anello, semplice o appena abbozzato. Un esempio tipico è costituito dall'anello del genere Coprinus.

RUGOLOSA - superficie del cappello o del gambo quando è ruvida o presenta delle rughe più o meno evidenti.

RUOTA DENTATA - riferito generalmente alla parte inferiore di un anello, quando ha una forma simile a quella di un ingranaggio.

RUVIDO/A - che presenta al tatto delle asperità o increspature.

Inizio

S

SABULICOLO - che vive nella sabbia.

SACCATO-UM - organo avente forma di sacco.

SAPIDO - si dice dei sapore di un organo ben percettibile e, di solito, gradevole.

SAPORE - fra i sapori più caratteristici quello di nocciola, di farina, dolce, amaro, acre, bruciante, astringente, etc. può avere grande importanza speciografica; per avvertirlo occorre assaggiare un piccolo frammento di fungo per un periodo piuttosto lungo (anche un paio di minuti). Non è pericoloso se si presta attenzione a non ingerire il frammento.

SAPROBICO - di un organismo che si nutre di materiale organico non vivente.

SAPROFITA - (fungo) che degrada sostanza organica, vegetale o animale morta, e che ne trae nutrimento.

SATINATO - (cappello o gambo) così se sericeo, brillante, lucente.

SCABRO - ruvido al tatto.

SCALP - si tratta di una tecnica microscopica che consiste nell'asportare una sezione sottilissima da una superficie, generalmente dal rivestimento pileico o cuticola.

SCANALATO - elemento (come cappello, gambo, ecc.) provvisto di uno o più solchi radiali ± lunghi, o ± profondi, o canalicoli, disposti in senso radiale o longitudinale .

SCHELETRICA - ifa con pareti inspessite, solitamente priva di setti, priva o con rare ramificazione, prende origine da un'ifa generatrice.

SCHIZOCROICO - che non ha colore.

SCISSILE - dicesi di lamella, che si fende facilmente in due secondo il suo piano di simmetria. è sinonimo di fissile, ma questo termine s'impiega di solito per il margine dei cappello.

SCLEROCISTIDIO - cistidio con parete spessa.

SCLEROZIO - un duro ammasso miceliare, mescolato con terra e detriti vagetali, dal quale può nascere una fruttificazione.

SCREZIATO - superficie con macchie di forma e colore diversi.

SCROBICOLO - piccola fossetta ± circolare presente sul gambo o sul cappello.

SECEDENTI - si dice delle lamelle adnate che tendono facilmente a staccarsi dal gambo in tutta la larghezza nel tratto di contatto con esso.

SECONDARIO - (micelio) - formazione che deriva dall’unione di due miceli primari, originati da spore di polarità opposta.

SECOZIOIDE - carpoforo articolato in cappello e gambo, sovente con gambo quasi totalmente ridotto e che si presenta nel cappello appena in forma di una columella. Il cappello non siapre o si apre soltanto incompletamente, le lamelle sono riconoscibili soltanto in parte, oppure ± deformate, sostituite da una gleba divisa in loggette oppure spugnosa-porosa. Le spore non sono più disperse attivamente ma sotto forme di polvere.

SEGHETTATO - margine delle lamelle che a un profilo grossolano ma regolare, simile a un coltello a lama seghettata, è sinonimo di serrulato.

SELLIFORME - a forma di sella da cavallo.

SEMIPOGEO - (corpo fruttifero o fungo) che si sviluppa appena al di sopra del substrato, affiorante dal terreno.

SENO INTERLAMELLARE - spazio sul fondo tra una lamella e l'altra.

SENSU LATO (s.l.) - (di specie) così se delimitata tassonomicamente secondo un'accezione allargata.

SENSU STRICTO (s.s.) - (di specie) così se delimitata tassonomicamente secondo un'accezione ristretta.

SEPTOCISTIDI - sono ife settate e con giunti a fibbia, avolte con pareti incrostate e sono notevolmente più larghe delle ife generative.

SERICEO - capello, gambo, liscio, satinato-lucente, di aspetto simile alla seta.

SESSILE - privo di gambo.

SETA - cellula sterile piuttosto grossa e acuminata con parete spessa, che può essere presente in diverse parti del carpoforo, incluso l'imenio,(es. di alcune Aphyllophoromycetidae.

SETTO - parete trasversale, specialmente in un'ifa o in una spora.

SFAGNICOLO - che cresce negli sfagni (particolari tipi di muschio).

SFERICO - a forma di sfera, si dice del cappello di certi funghi.

SFEROCITI - ife tondeggianti (subsferiche in visione tridimensionale) che determinano la particolare consistenza gessosa e conseguente frattura netta della carne o di altre parti del carpoforo, caratteristica soprattutto dei funghi dei generi Russula e Lactarius. E' sinonimo di sferocisti, termine più usato ma etimologicamente meno corretto.

SFEROPEDUNCOLATO - globoso con peduncolo basale.

SIDEROFILIA - (anche CARMINOFILIA) il ferro e diversi altri metalli formano un complesso con certe proteine in alcuni basidi, questo complesso può essere visibile quando i metalli vengono combinati col carminio acetico, per mezzo dei metalli il carminio viene dapprima fissato alla proteina, questi basidi poi mostrano una granulazione interna nerastra.

SIMBIONTE - che vive in simbiosi, con altri organismi viventi diversi, ne traggono un beneficio reciproco. Licheni e micorrize ne sono degli esempi.

SINUATO - lamelle o tuboli che all'atacco al gambo presentano una forma ondulata o contorta, un'uncinatura, e decorrono brevemente sul gambo.

SISTEMATICA - è la scienza che si occupa della classificazione degli esseri viventi e dei fossili presenti in natura (nel caso nostro dei funghi) dividendoli in vari raggruppamenti definiti «taxon (taxa al plurale)», ognuno dei quali comprende entità affini per caratteristiche comuni, e ordinandoli in scale gerarchiche concatenate. I principali raggruppamenti sistematici sono: Regno - Divisione - Classe - Ordine - Famiglia - Tribù - Genere - Specie - Varietà - Forma.

SKELETOCISTIDI - sono ife che provengono dal subimenio con forma cilindrica e terminazione più o meno rigonfia (dal greco skeletòs = essiccato).

SMARGINATE/O - riferito a lamelle, lamella che poco prima di inserirsi nel gambo, rimontano verso l'alto per poi ridiscendere poco più avanti e collegarsi con esso (anche uncinate, o sinuate ), riferito al bulbo, si dice di bulbo ingrossato con forma a cipolla, a cuore, a rapa o a trottola, quindi con il bordo più o meno arrotondato.

SOLCATO - superfice (cappello, gambo, ecc.) provvisto di uno o più solchi, più o meno profondi, disposti in senso radiale o longitudinale (sovente irregolari).

SOLFATO FERROSO (FeSO4) - il solfato di ferro in soluzione acquosa, normalmente al 10%, è uno dei reagenti che trova larghissimo impiego in tutta l’area degli imenomiceti agaricoidi.

SPATOLIFORME - cappello che nelle specie sessili o con gambo laterale, ha la forma di una spatola, ossia di una porzione più o meno ampia e arrotondata che si restringe man mano verso la base, ove si unisce al suo supporto.

SPAZIATE - si dice di lamelle distanziate tra di loro, poco numerose, è sinonimo di rade ed è il contrario di fitte.

SPERMATICO - è un gruppo o categoria di odori comprendente alcuni "oggetti/riferimento" con timbri uguali o similari tra cui: crosta di formaggio 'Brie' farina bagnata, pelle di salame, piperidina, sperma umano.

SPERMATIZZAZIONE - è l'unione di uno spermazio con un'ifa recettiva, ciò avviene in particolari funghi quali quelli delle ruggini, ove gli spermazi sono trasportati da insetti.

SPERMAZIO - è il gamete maschile nudo e non mobile, quindi trasportato da insetti o da altri agenti, caratteristico di alcuni funghi inferiori.

SPINULE - ornamentazione della parete sporale costituite da piccole strutture più o meno coniche a forma di spine.

SPONGIOSO - si dice della carne di un fungo, specialmente del gambo, quando ha una consistenza molle, floscia spugnosa.

SPORANGIO - formazione a sacco che contiene le spore di alcuni funghi.

SPORODOCHIUM - conidioma, tipico delle Tubercolariaceae in cui la massa sporale è supportata da una massa superficiale simile ad un cuscino (pulvinato) formata da corti conidiofori e pseudoparenchima.

SPORA - Cellula di origine sessuale (quelle di origine agama si chiamano più propriamente conidi) atta a germinare e a riprodurre un organismo simile a quello che l'ha prodotta, Le spore sono contenute negli aschi degli Ascomiceti o sono portate dai basidi nei Basidiomiceti, esse possono essere di forma varia. Si misurano in µm (microm), unità di misura che equivale a un millesimo di millimetro.

SPORIDIO - con questo termine di ampio significato si intendono generalmente le spore e in particolare le basidiospore dei funghi Uredinali (le «ruggini») e Ustilaginali (i «carboni»).

SQUAMULOSO - gambo o cappello, decorato da piccole squamette.

SQUARROSO - si dice dei cappello e dei gambo quando sono ricoperti di scaglie evidenti erette o retroflesse.

STACCABILE- le lamelle si staccano facilmente dal gambo, dalla carne del cappello.

STAUROCONIDIO- conidio a forma di stella.

STAUROSPORA - spora a forma di stella.

STERIGMI - appendici a forma di cornetto disposte all'apice dei basidi (cfr.voce) su cui generano le spore.

STIPITATO - possessore di un gambo ("stipite", è sinonimo di gambo).

STOMA - foro di deiscenza, situato alla sommità del sacco-endopiridio, di taluni Gasteromycetes.

STRETTE - si dice di lamelle la cui distanza tra l'attaccatura alla carne del cappello e l'orlo libero è esigua, è il contrario di larghe.

STRIATO - con striature radiali adnate.

STRIATO PER TRASPARENZA - si dice dei margine del cappello quando, essendo igrofano, esso appare striato, osservandolo controluce dalla parte della cuticola, in corrispondenza delle sottostanti lamelle; tuttavia, non appena il cappello si disidrata, il fenomeno scompare.

STRIATURA - ornamentazione superficiale costituita da fini linee parallele o radiali di colore e struttura diversi.

STRIATURA ADNATA - ornamentazione superficiale che non è parte intrinseca della superficie, ma semplicemente applicata.

STRIATURA INNATA - ornamentazione superficiale che fa parte intrinseca della superficie.

STROBILICOLA - che vegeta sui coni di conifere (strobili) caduti a terra o interrati.

STROMA - tessuto di ife compatto e di forma e colore molto vario, sul quale sono inseriti i piccolissimi corpi fruttiferi (periteci) di alcuni Ascomiceti (Pirenomiceti).

SUB - prefisso che significa "un pò meno di"... "quasi".

SUBALLANTOIODE - (spora) che a forma quasi di un salsicciotto.

SUBCITRIFORME - quasi a forma di un limone.

SUBEROSO - contesto e carne, coriaceo, tenace, di consistenza simile a quella del sughero.

SUBGLEBA - parte strerile, che sostiene la gleba fertile, alla base dei Gasteromiceti, più compatta, anch'essa avvolta nel peridio.

SUBICOLO - strato ± spesso di ife, disposto sul substrato al di sotto la base di una fruttificazione, ha funzione di ancoraggio per il carpoforo.

SUBIMENIO - parti di tessuto sotto-imeniale, che talvolta si distinguono dalla trama propria, a causa di una diversità di struttura.

SUBIPOGEO - carpoforo sotterraneo, però con vertice uscente dal terreno.

SUBISODIAMETRICHE - dicesi di spore che presentano, di norma, 5-7 lati.

SUBLIBERE - Lamelle arrotondate al gambo o appena a contatto con esso. È sinonimo di attingenti e preferibile al termine annesse.

SUBSFERICO - quasi sferico, aforma di barilotto.

SUBSTRATO - superfice (residui vegetali, terra, legno, ecc.) sulla quale il fungo cresce e ne trae nutrimento.

SUBULATO - (cistidio) a forma di lesina, Lesiniforme, stretto e attenuato più o meno a punta; si dice di un organo, per esempio gli aculei degli Hydnum, che, di forma cilindrica, va gradatamente restringendosi fino all'apice che termina appuntito. Suburniforme: Basidi leggermente strozzati al centro.

SUBURNIFORME - basidi leggermente strozzati al centro.

SULFIDI - cistidi simili ai crisocistidi, il cui contenuto si colora di rosso-vinoso con sulfo-vanillina.

SULFOVANILLINA (SV) - evedenzia cistidi e ife di Russula e Lactarius, Evidenzia incrostazioni di cistidi acido resistenti di Russula e Lactarius, evidenzia il contenuto dei Gleocistidi di altri funghi: colorazione di pseudocistidi e macrocistidi nelle Russule spesso i gleioscistidi sono selettivamente colorabili, alcuni tipi di Cortinarius hanno cistidi che si colorano di bruno-arancione e il tessuto rimanente rosa, i macrocistidi si colorano di blu, la carne delle Russula del gruppo Roseinae (R.rose, Pseudointegra) si colorano di rosso vino brillante, i macrocistidi ei gleiocistidi di alcune specie di Russula Lactarius e Gloeocystidiellum si colorano di blu, i laticiferi si colorano di nero-blu, i gleocistidi di Gloeocystidiellum e Peniophora assumono colorazione blu - nero - rosa.

SUPERO - anello che è situato nella metà superiore dei gambo, ed è sovente pendente, anello la cui attaccatura inizia verso l'alto del gambo e si sviluppa verso il basso, (è l'opposto di infero).

SVASATO - stipite di forma tronco-conica rovesciata.

SYNNEMA - conidioma composto da un gruppo più o meno compatto di conidiofori (eretti o fusi insieme) portanti conidi solo agli apici che sui lati (pl. Synnemata).

Inizio

T

TAGLIO DELLA LAMELLA - lo spigolo libero della lamella rivolto verso il basso.

TALLO - corpo vegetativo delle piante inferiori (funghi, alghe, licheni, muschi e felci).

TARTUFI - sono funghi ipogei, ossia che vivono interrati, appartengono agli Ascomiceti alcuni sono commestibili e molto pregiati per il loro aroma e profumo.

TASSONOMIA - è la scienza della classificazione e della nomenclatura.

TAXON - unità tassonomica, entità di qualsiasi rango sistematico quale Specie, Genere, Famiglia, ecc.

TELEMORFA - la forma perfetta dei funghi inferiori, ( la forma inperfetta è detta Anamorfa).

TELEUTOSPORA - spora sessuata tipica dei funghi dell'ordine Ustilaginales o Urodinales (ruggini e carboni, che germinando da origine allo sviluppo del promìcelio o basidio, che porta le basidiospore.

TERMOLABILI - tossine contenute in certi funghi, che si distruggono col calore durante la cottura, i funghi contenenti questo tipo di tossine sono velenosi da crudi e commestibili dopo la cottura, vengono degradate alla temperatura di 60/70°.

TERMOSTABILI - tossine che mantengono la loro tossicità, anche dopo essere stati posti a temperatura superiori di 60/70°.

TERMOFILA - si dice delle specie di funghi amanti climi caldi.

TEXATURA - tipo di tessuto ifale degli Ascomiceti, che a secondo dell'architettura delle ife, prende varie difenizioni.

TL4- reagente chimico a base di ossido di Tallio, utilizzato per alcune reazioni macrochimiche sulla carne di alcuni Cortinarius, (tossico).

TOMENTO - pelosità o ricoprimento costituito da peli cotonosi spesso tanto serrati da formare un molle tessuto.

TOMENTOSO - munito di peli fittissimi e estremamente corti, come nel velluto, che per˛ danno un aspetto opaco e quasi liscio, vellutato al tatto.

TORTILE - gambo di aspetto ritorto, le cui fibre hanno andamento a spirale.

TRABECOLARE - da "piccola trave"; quando le ife del mediostrato spingono le ife generative verso l'imenio, creando uno strato visibile e lasciando "travi" e spazi vuoti al centro.

TRAMA - il tessuto che forma il fungo, ossia la "carne" con l'esclusione della parte fertile. Il termine si usa specialmente per i funghi a struttura non carnosa.

TRAMA DELLE LAMELLE- il tessuto compreso tra due strati imeniali di una lamella i quali la rivestono suentrambe le facce. Secondo la sua struttura si distinguono diversi tipi: bilaterale quando le ife procedono ± simmetriche dal centro verso i due strati imeniali. talvoltail sub imenio è differenteper cellula oppure ife diversamente conformate; inversa quando le ife sembrano orientate dall'esterno verso il centro della lamella; irregolare quando le ife procedono intrecciate irregolarmente; regolare quando le ife procedono ±parallele; mista quando la trama irregolare è formata da ife con diametro e forma diversa.

TRICHODERMA - ife delo strato superiore del rivestimento pileico disposte ± verticalmente sulla superfice, ma non esattamente parallele e non formano uno strato uniforme, superfice da vellutata a leggermente tomentosa.

TRIMITICO - sistema ifale costituito da ife generatrici da cui si originano le strutture imeniali, ife scheletriche e ife connettive.

TUBERCOLATO - che è fatto a guisa di tubercoli. Il termine si usa per il margine dei cappello di certi funghi, solcato striato, in cui le striature hanno delle evidenti granulazioni sporgenti disposte a rosario: in tale caso il margine è detto «striato tulbercolato.

TUBERIFORME - a forma di tubero, di patata.

TUBIFORME - a forma di tromba, come certe Cantharellaceae.

TUBOLI - tubicini fitti e sottili che formano l'imenoforo delle boletaceae, l'insieme dei tuboli conferisce all'imenoforo il caratteristico aspetto di una spugna.

TUBOLOSO -si dice di solito dei gambo di un fungo quando si presenta come un tubetto gracile, internamente vuoto, con un sottile spessore tra la parete interna e la superficie esterna.

TUNICA - rivestimento esterno, ± ben strutturato, che avvolge i peridioli nelle Nidulariaceae.

TURBINATO - il bulbo alla base di certi funghi (Cortinari) avente la forma di un arco ogivale rovesciato e ottuso all'estremità, esso può essere marginato oppure no.

TYPUS - la collezione, il disegno o la diagnosi che per primi hanno sanzionato una determinata specie.

Inizio

U

UBIQUITARIA - specie che può crescere ovunque, su qualsiasi substrato.

UMBILICATO - centro del cappello, fin dall'inizio incavato ± profondamente (in alcuni casi, per es. Entoloma, soltanto leggermente ma allora colorato vistosamente più scuro).

UMBONATO - (cappello) munito di umbone, o con centro del cappello rialzato, con convessità ottusa o cono acuto.

UMBONE - prominenza ± pronunciata, che si trova spesso al centro del cappello.

UMICOLO - alcune specie di funghi saprofiti che si sviluppano preferibilmente in un terreno ricco di humus, cioè in un substrato organico.

UNCINATO - Si dice in particolare delle lamelle che, risultando smarginate nel punto d'inserzione al gambo, si prolungano su di esso con un piccolo uncino discendente che può apparire come un brevissimo filetto, (anche smarginate).

UNICELLULARE - munito da una cellula.

UNISERIATE - rifirito a spore disposte su di una fila nell'asco.

URCEOLATO - carpoforo a forma di orciolo, cioè ristretto all’apice e gonfio nella parte mediana.

UREDOSORI - produzioni dì particolari funghi delle ruggini in cui si raggruppano le uredospore

UREDOSPORE - spore, o meglio conidì, per lo più di forma ovale, proprie dei funghi delle ruggini, esse sono peduncolate e agglomerate a formare gli uredosori. Sono binucleate e il micelio derivato dalla loro germinazione si insinua attraverso gli stomi delle foglie producendo altri uredosori.

Inizio

V

VACUOLI - microscopiche inclusioni del protoplasma, ripiene di liquido, colorato o no, per esempio, le ife o cellule dei cappello possono presentare numerosi vacuoli.

VALLECOLA - depressione circolare collocata alla base della mitra dei funghi morchelloidi, in corrispondenza dell'innesto della mitra stessa sul gambo.

VELO - tessuto protettivo di varia consistenza, che avvolge il fungo, o sue parti, nei primi stadi di sviluppo.

VELO GENERALE O UNIVERSALE - il velo che avvolge l'intero fungo nel primo stadio di sviluppo, può essere fugace, oppure avere una struttura membranosa (volva), od anche la consistenza delicata di una ragnatela, cioè una cortina (distinta da quella appartenente al velo parziale) che poi più o meno rapidamente scompare lasciando solamente delle tracce o dei resti fibrillosi, fioccosi o pruinosi sulle superfici.

VELO MARGINALE - quel velo che, mancando i veli generale e parziale, protegge i pori dei tubuli, congiungendosi allo stipite; con lo sviluppo del fungo, il velo parziale e quello marginale si lacerano dando luogo alla formazione dell'anello e lasciando talvolta resti al margine del cappello.

VELO PARZIALE - sottile membrana che protegge le lamelle, collegando il margine con il gambo, a maturità, si lacera e lascia come residui, un anello e una frangia al margine del cappello, e nei Cortinarius un'effimera cortina di sottilissimi fili sericei.

VELLUTATA - superficie del cappello o del gambo quando ha l'aspetto del velluto, ossia quando è ricoperta di peli corti, molto fitti, morbidi e più o meno diritti.

VENOSE - (lamelle) così se unite alla base e variamente anastomizzate.

VENTRICOSO - (gambo) che a circa metÓ altezza, si allarga fortemente, assumendo una forma molto tozza.

VERGATO - segnato da fibrille piuttosto grossolane, rigato.

VERRUCHE - sono i frammenti, ora appiattiti, ora più o meno rilevati e angolosi, che sono presenti sul cappello di molti funghi quali resti del velo generale (esempio: Amanita muscaria); il cappello si dice allora "verrucoso" e può esserlo anche per la presenza di verruche di altra natura (esempio, Lepiota acutesquamosa).

VERRUCOSE - sono le spore viste al microscopio che presentano delle escrescenze.

VILLOSO - più forte che “tomentoso”, ricoperto cioè di peli irti e piuttosto grandi e distinti.

VIRANTE - carne che al contatto con l'aria, dopo il taglio o la rottura, cambia di colore in modo repentino e vistoso, il viraggio della carne è un elemento importante per la determinazione di molti funghi.

VIROSO - odore e sapore penetrante, acre, sgradevole di un fungo, nauseoso.

VISCIDO - superficie pileica ricoperta da uno strato all’apparenza untuoso.

VISCOSO - coperto da un leggero o indistinto strato di glutine.

VOLVA - residuo di velo generale, che rimane unito alla base del gambo, e avente struttura membranosa.

Inizio

X

XANTOSPOREI - funghi le cui spore in massa (sporata) variano dal giallo paglia al giallo zafferano attraverso tonalità intermedie, solitamente vengono inclusi nei funghi Leucosporei.

XEROFILO - che ama i terreni e i climi asciutti aridi.

Z

ZEBRATO - ornato di bande strette e pi¨ o meno parallele fra loro, o anche pi¨ o meno interrotte.

ZIGOSPORA - é una spora derivata dalla fusione di due gameti immobili, fra loro uguali.

ZIGRINATO - taglio delle lamelle ornamentato da piccolissime lineette corte e in leggero rilievo, quasi parallele fra loro.

ZONA - ornamentazione circolare, rappresentata da una fascia, per lo pi¨ concentrica con altre simili, che spicca su una superficie, per diversitÓ di tinta o di struttura. Zone si possono trovare sul cappello, come sul gambo.

ZONATO - ornato di zone concentriche.

ZOOSPORA - anche planoconidio o zooconidio, spora mobile, flagellata, asessuale, propria di funghi inferiori.

Inizio