Mycena epipterygia var. atroviscosa Malençon 1989

Etimologia: Etimologia: Mycena, dal greco “mýkes mýces” fungo o micete, diminutivo di fungo, fungo per antonomasia, e epipterygia, dal greco “epi”= sopra, e “pterix”= ala (protezione), per il cappello ricoperto da una pellicola vischiosa protettiva, e atroviscosa, da “ater”= oscuro, e da “víscum”= vischio, vischioso, per il cappello scuro vischioso.

 

Cappello: 15-30 mm, ovoide-campanulato, poi campanulato-allargato, cuticola separabile, viscosa, di colore grigio-bruno-fuliginoso, grigio-scuro, margine striato, biancastro.
Lamelle: adnate, abbastanza fitte, intercalate da lamellule , di colore bianco-grigiastre, filo lamellare bianco
Gambo: 40-70 mm, cilindrico, sovente, vischioso, fistoloso, di colore da giovane giallo pallido, poi giallo-grigio-pallido, base leggermente con chiazze rossastre, non radicante.
Carne: sottile, di colore biancastra.
Odore: leggermente farinoso-sgradevole.
Habitat: ceppo marcescente Abete rosso (Picea abies).

Immagine2

Ambiente: Boschi di aghifoglie


[< Precedente] [HOME] [Seguente >]