Daldinia concentrica (Bolton) Ces. & De Not. (1863)

Etimologia: Daldínia genere di funghi dedicato da De Notaris ad Agostino Daldini (1817-1895), studioso di botanica e micologia, e dal latino “concentricus”= concentrio, per i cerchi concentrici che appaiono alla sezione del fungo.


 

Ascocarpo: 15-40-50 mm. irregolarmente globosi o piriformi, superficie esterna ondulata, rosso-bruno-nerastra, poi nera, finemente punteggiata a causa degli ostioli dei periteci, al taglio, i carpofori,mostrano delle zonature concentriche alternantesi bianco-neri, i periteci sono posti perpendicolarmente sotto la superficie della crosta.
Carne: coriacea-tenace nel fresco, cassante, in seguito carboniosa .
Habitat: su tronchi morti, rami di Ontano (Alnus).

Immagine 2

Microscopia: exs .n.538
Aschi: cilindrici, ottosporici, amiloidi, 165,46-198,79 x 9,37-11,11 µm.
Ascospore: ellittiche, reniformi con fessura germinativa longitudinale evidente, uniseriate nell’asco, uniguttulate, (12,46)-13,02-15,86 x 6,71-9,19 µm.
Parafisi: sottili, filiformi, settate.

Ambiente: Boschi di latifoglie

[< Precedente] [HOME] [Seguente >]