Schizophyllum commune Fr. (1815)

Sinonimi:
Agaricus alneus L., Fl. Suec.: 1242 (1755)
Agaricus alneus Reichard, Sp. Plantarum, Edn 4: 605 (1780)
Agaricus multifidus Batsch, Elenchus fungorum, cont. prim. (Halle): 173 (1786)
Apus alneus (L.) Gray, Nat. arr. Brit. pl. (London) 1: 617 (1821)
Schizophyllum alneum J. Schröt., (1889)
Schizophyllum alneum (Reichard) Kuntze, Revis. gen. pl. (Leipzig): 516 (1898)
Schizophyllum commune var. multifidum (Batsch) Cooke, (1892)

Etimologia: Schizophyllum, dal greco “schízo”= dividere, fendere, e da “phýlon”= foglia, lamella, per le caratteristiche lamelle a doppio filo, e da “commune”= comune, banale.

 

Basidiocarpo: sessile o subsessile, igrofano, revivescente.
Cappello: Ø 10-30 mm, a forma di ventaglio o reniforme, superfice feltrata pelosa, di colore biancastra,g rigio-pallido a tempo secco, con l'umidità grigio-brunastro, zonato concentricamente, margine involuto, ondulato, radialmente solcato.
Lamelle: di colore da bianche-rosate a bianche-grigiastre-rosate, infine brunastre, larghe, disposte radialmente e convergenti verso il punto d'attacco, anostomasate, con filo fessurato.
Gambo: se presente molto breve
Carne: ocracea, elastica, coriacea.
Sapore: dolciastro, acidulo astringente.
Odore: debole viroso.
Habitat: legno di varie latifoglie, dopo abbondante pioggia.

Immagine 2

Microscopia: exs. n.280
Spore: cilindriche, ± curve in prossimita dell'apicolo, 6,29-8,58 x 1,95-3,03 µm.
Basidi: clavati, tetrasporici con giunti a fibbia, 19,41-28,64 x 3,82-4,77 µm.
Pileipellis: formato da ife disordinatamente ingrovigliate, a parete ± spessa, frammiste da fasci di peli emergenti, giunti a fibbia rari.

Ambiente: Boschi di latifoglie


[< Precedente] [HOME] [Seguente >]