Galerina badipes (Fr.) Kühner (1935)

Etimologia: Galerina, da “galerus”= galero, copricapo a forma di cupola di cuoio usato come elmo, e badipes da “bádipes”= baio, rossastro, e da “pes”= piede, con lo stipie rosso-bruno.

 

Cappello: Ø 5-18 mm, emisferico, poi convesso, poco carnoso, cuticola igrofana, liscia, di colore bruno-giallastra, e striata fino ametà raggio con tempo umido, si decolora al bruno-ocraceo-pallido per il tempo secco, margine sottile, liscio, ± eroso.
Lamelle: largamente adnate, intercalate da corte lamellule, larghe, di colore ocracee-giallastre-pallideo, poi brune-ocracee.
Gambo: 40-70 mm, cilindrico, asciutto, fistoloso, ricoperto da una pruina, biancastra su fondo bruno-ocraceo, inscurente al bruno-ocraceo-scuro, brunastro con l’età.
Carne: fragile, di colore bruna-pallida.
Sapore: dolciastro, insipido.
Habitat: riva fiume, zona muschiosa, Salice sp. (Salix sp.).

Immagine 2

Microscopia: exs. n.1228
Spore: 2: subcitriniformi a amigdaliformi, verrucose, (8,93)9,68-10,308-11,06(11,47) (5,56)5,98-6,30571428571429-6,74(6,99)µm,(n°67) Q= (1,45 )1,54 - 1,782(1,88), media 10,41 × 6,38, Qm=1,64.
Basidi: claviformi, a 1-2 sterigmi, con alla base giunti a fibbia.
Cheilocistidi: 2: fusiformi a lageniformi, (43,31)45,22-53,735-64,61(69,38) × (8,32)8,75-11,11-13,02(14,14)µm.
Pleurocistidi: simili ai cheilocistidi.
Caulocistidi: simili ai cheilocistidi.
Pileipellis: formata da ife parallele, con giunti a fibbia, larghe (4,48)5,46-8,58-11,88(12,82)µm.

Ambiente: Boschi di latifoglie


[< Precedente] [HOME] [Seguente >]