Panaeolus subbalteatus (Berk. & Broome.) Sacc. (1887)

Sinonimi:
Agaricus subbalteatus Berk. & Broome, Ann. Mag. nat. Hist., Ser. 3 7: 378 (1861)

Etimologia: Panaeolus, dal greco “pas pása pan”= tutto, e da “aiólos”= di vari colori, smagliante, variopinto, dai colori cangianti, screziato probabile riferimento all’aspetto screziato delle lamelle, e subbalteatus, dal prefisso “sub”= quasi, simile a, meno di, e da “balteus”= balteo, cintura decorata, per la presenza di una fascia (poco appariscente) colorata sull’orlo del cappello.

 

Cappello: Ø 15-45 mm. campanulato poi convesso, infine piano, con umbone ottuso, igrofano, liscio a rugoso, carnoso, di colore color daino, bruno-rossastro, ± scuro con tempo umido, ocra-aranciato a tempo secco, umbone più scuro.
Lamelle: adnato-attenuate, ± strette, intercalate da lamellule, di colore nel giovane crema-brunastre-chiare, poi brunastre-nerastre, filo lamellare biancastro.
Gambo: 40-60-80 mm. cilindrico, cavo poi fistoloso, pruinoso all’apice, concolore al capello, al tocco rosso-brunastro, bruno-scuro alla base con feltro miceliare biancastro, è sovente riunito con altri gambi, (connati).
Carne: bruno-rossastra-chiara.
Odore e Sapore: leggeri, gradevoli.
Habitat: prati concimati, mucchi di letame con molta paglia.

Ambiente: Prati e pascoli


[< Precedente] [HOME] [Seguente >]